Chi siamo  |  Link amici  |  Contatti  |  Forum  |  Cerca
Home > L'argomento del mese > Libertà di scelta terapeutica > Erbe medicinali illegali? agisci ora
Cosa Fare Per:

Rimedi Naturali:


L'argomento Del Mese
Libertà Di Scelta Terapeutica
Dal 1° Aprile 2011, molte Erbe saranno ILLEGALI in Europa!!! Agisci ora per fermare questa ingiustizia, prima che sia troppo tardi!

La direttiva Europea, European Directive on Traditional Herbal Medicinal Products (THMPD), che entrerà in vigore dal 1° aprile 2011, di fatto porterà alla scomparsa dal mercato europeo di una miriade di rimedi naturali, specialmente quelli provenienti da paesi non europei.


Ne stiamo parlando già da alcune uscite, ma riteniamo sia di ESTREMA IMPORTANZA ripeterlo, in modo che ognuno di noi agisca per poter conservare una delle libertà fondamentali della persona: CURASI COME MEGLIO CREDE!


NESSUN BUROCRATE ha il diritto di decidere sulla nostra vita!


Tu o i tuoi cari negli ultimi anni avete fatto uso con successo di prodotti a base di erbe che sono state recentemente scoperte o che vantano un uso millenario in altre aree del pianeta (Cina, India, Amazzonia, ecc.) ma sono relativamente nuove in Europa? Bè, fra qualche mese non potrai più usarle.


Qualcuno dei nostri lettori ha senz'altro utilizzato, ad esempio, la graviola (Annona muricata), pianta originaria dell'Amazzonia. Chi ha fatto utilizzo di graviola sa di cosa parliamo e ne conosce la reale efficacia. Purtroppo però graviola ha una storia di utilizzo in Europa di meno di 15 anni.

Ebbene, dal 1 aprile 2011 secondo questa direttiva, chi ha utilizzato, sta utilizzando o avrebbe la necessità di assumere questa pianta non potrà più procurarsela poiché non potrà più essere importata in Europa.


Tutto questo non perchè vi sia un'accertata nocività di tali piante, ma semplicemente perchè pochi burocrati non eletti direttamente dal popolo europeo hanno “democraticamente” deciso di stabilire come il singolo cittadino europeo debba curarsi.


Purtroppo in Italia questa direttiva ha già cominciato a provocare i suoi danni: la graviola nella sua formulazione ricavata da foglie e steli, che è quella più efficace, è stata tolta dalla lista delle erbe ammesse dal nostro Ministero della Salute. É permesso solo l'estratto del frutto che non ha le stesse caratteristiche ed efficacia. Nessuno dà spiegazioni in merito, pretendendo che i cittadini accettino che qualche politicante decida al loro posto. Tutto ciò alla faccia della democrazia e alla libertà di scelta.

Forse però non tutto è perduto.

COSA FARE CONTRO LA DIRETTIVA THMPD:

1. Puoi supportare il movimento Alliance for Natural Health. Questa è l'unica organizzazione che sta combattendo una battaglia, anche legale, per impedire che questa ingiustizia sia portata a termine. Perciò consigliamo di inviargli una donazione per affrontare le spese legali. Anche un piccolo contributo, se proveniente da più persone possibile può farci sperare in un cambiamento. Naturmedica non ha alcun interesse in questa organizzazione (probabilmente nemmeno ci conoscono, se non per aver ricevuto un nostro modesto contributo).

Per inivare un contributo o conoscere le azioni dell' ANH collegarsi a:

http://www.anh-europe.org/campaigns/freedom-health-choice


2. Nel sito di ANH c'è anche la possibilità di firmare una petizione. È importante farlo perchè bisogna portare alla commissione europea (minuscolo d'obbligo), quante più firme possibile.

Il sito è in lingua inglese, ma nella colonna a sinistra c'è il traduttore automatico subito sopra al link per firmare la petizione alla UE (Online Petitions, add Your Signature). Si prega di firmarla.

3. Puoi contattare i nostri rappresentanti al Parlamento Europeo. Al seguente link potete trovare i rappresentanti per ogni area dell'Italia: seleziona il rappresentante della tua area territoriale membro della "Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare" e inviagli un'email.

http://www.europarl.europa.eu/members/public/geoSearch/zoneList.do?language=IT&country=IT


Inoltre:

Invia questo link a tutti i tuoi contatti e chiedi loro di fare altrettanto:


http://www.naturmedica.com/index.php?mod=content&cat=CONTENT&padre=256&ID=257&livello=subsub&lang=IT

Qualcuno potrebbe obiettare che questa direttiva è stata emessa per tutelare la nostra salute (o tutelare gli interessi di qualcun altro.....). Ci diranno che se prendiamo un'erba che non è riconosciuta, potremmo poi gravare sul Servizio Sanitario Nazionale per eventuali danni subiti. Allora, vietino anche le sigarette, il vino e gli alcolici, le automobili (sai quanti morti sulle strade) e il sesso dopo una certa età (rischio infarto), ecc., ecc..

Vogliamo subire passivamente o tentiamo di fermare questa decisione ingiusta e tirannica? Non aspettare che siano gli altri a protestare o promuovere il cambiamento. DIFENDI LA TUA LIBERTÀ!




Articoli correlati
Le Limitazioni Europee Sulle Erbe Medicinali
 
LINK SPONSORIZZATI




Iscriviti gratuitamente alla nostra rivista elettronica.