Chi siamo  |  Link amici  |  Contatti  |  Forum  |  Cerca
Home > Archivio > Newsletter > Numero 61
Cosa Fare Per:

Rimedi Naturali:


Archivio
Newsletter
In questo numero: - Malattie virali e stagionali.
A partire da questo mumero inizia una collaborazione con il dr. Giuseppe PARISI medico Medico Chirurgo Omeopata ed Agopuntore, perfezionato presso l 'Istituto di Medicina Olistica di Urbino, si occupa principalmente di biotipologia e Metodologia Omeopatica e di Medicina Tradizionale Cinese, buon conoscitore di tanti segreti della fitoterapia energetica. Docente Medico presso diverse scuole di naturopatia, dove insegna la Materia Medica costituzionale e la Biotipologia clinica applicata. Nel suo sito: http://www.healthremedia.com potrete trovare utili informazioni oppure oppure una consulenza medica on-line rimpiendo l'apposito questionario. Ecco il primo articolo che il dr. Parisi ci ha inviato, riteniamo che possa essere particolarmente utile proprio in questo periodo.

MALATTIE VIRALI E STAGIONALI

Le malattie virali sono processi infettivi determinate da virus, esse sono molto differenti in tipologia e modalità di espressione, anche la banale influenza è un processo infettivo di carattere virale, oggi non fa più paura, anche se molti la temono; invece solamente 60-70 anni fa di influenza si moriva, ogni inverno la popolazione veniva decimata da questa terribile malattia, quelli ad essere più colpiti erano i bambini.
Dopo l'avvento della terapia antibiotica, la situazione si è ribaltata, non ci sono state più vittime, ma molti si chiedono come mai ogni anno ritorna il problema influenza; questo si spiega perché la malattia è generata da un microrganismo differente dal batterio, un virus e l'antibiotico agisce solamente sui batteri.
Quando il Medico somministra antibiotici, lo fa solo per scongiurare la causa delle morti del secolo scorso, cioè le sovrapposizioni batteriche, che trovando terreno favorevole determinato dall'invasione virale dell'organismo umano, attecchivano e trovavano le condizioni ideali sia per l'impianto che per la duplicazione. Nel secolo scorso si moriva di hemophilus influenzae, cosi come anche di meningococco, o di una malattia che oggi il medico moderno non trova più nella pratica clinica: la Polmonite batterica.
In quegli anni si può dire che gli inverni erano veramente tristi.
Dopo la scoperta della Penicillina e la continua ricerca spasmodica delle multinazionali verso antibiotici sempre più potenti e mirati, la specie umana si è ammalata di altro, del troppo uso delle sostanze antibiotiche: ad esempio nelle generazioni pediatriche degli anni 60 ne fu fatto ampio abuso; inoltre in quel periodo nella letteratura culturale medica era una moda terapeutica il dover praticare la Tonsillectomia ai primi sintomi di ascessualizzazione .
In effetti si era venuto a creare il rovescio della medaglia, era proprio l'uso smodato della terapia antibiotica che aveva creato situazioni di resistenza e incapacità dell'organismo a reagire da solo ai più piccoli eventi ambientali.
Per fortuna questa folle corsa all'antibiotico, oggi è rallentata ma quale danno strutturale e genetico hanno subito intere generazioni?
Oggi molte persone si vaccinano contro l'influenza, spesso sono bambini e quasi sempre anche individui che non possono ammalarsi per motivi di lavoro, altri sono malati cronici cui la malattia virale potrebbe causare fenomeni di complicanze. Ma è un procedimento idoneo alle necessità dell'organismo ?
E proprio cosi?


MALATTIE DA RAFFREDDAMENTO E VIROSI INFLUENZALI

L'attecchimento del virus influenzale è determinato da tante variabili, molti credono che sia solo legato alla sorveglianza immunitaria di un individuo; non è affatto vero, molti individui con sistema immunitario normalissimo subiscono l'influenza anche più volte all'anno e soggetti in definitiva con sistema immunitario decisamente più immaturo -quali bambini - possono non ammalarsi; l'attecchimento virale risponde al controllo bioenergetico che l'organismo esercita non solo sulla crasi umorale e cellulare del sistema immunitario, ma soprattutto sulla espressività e la funzionalità delle risorse energetiche che sono espressione della costituzione dell'individuo Umano.
Ogni individuo ha una caratteristica generata principalmente dalla sua costituzione embriogenetica e dal suo aspetto energetico e Diatesico; quando questi componenti sono favorevoli l'individuo Umano non subisce aggressioni da parte dei microrganismi in questione, in caso contrario si ritrova a letto anche più volte all'anno. Quindi il segreto del medico esperto di Medicina Olistica non è come fa il collega allopata che non riesce a risolvere la questione di fondo, imbottendo di antibiotici o al meglio con i soliti fans, ma instaurando una correzione che Noi chiamiamo di terreno , individuale e mirata verso la biotipicità di quell'individuo e atta a rinforzare le lacune energetiche nei punti dove essa è deficitaria. Qualche volta questo non riesce non per imperizia, ma solo perché la caratteristica bioenergetica di un individuo è stata viziata dall'uso smodato di farmaci allopatici che ne hanno determinato dei blocchi energetici, difficilmente rimovibili. A tal fine per questo consiglio sempre di rivolgersi alla Medicina Olistica sin dalla più tenera età.
Le indicazioni terapeutiche che darò successivamente sono di carattere generale, non tengono conto della tipicità bioenergetica dell'individuo, ma si riferiscono alle misure migliori che si possono attuare contro i malanni stagionali.

APPROCCIO TERAPEUTICO

Bisogna differenziare il processo virale propriamente detto da un processo di raffredddamento; infatti questi due processi hanno quasi la stessa sintomatologia e a volte è veramente difficile anche per un Medico saper distinguere i due differenti processi, anche perchè i processi virali attecchiscono per un brusco calo della temperatura corporea come avviene nelle malattie da raffreddamento. Bisogna inoltre differenziare gli aspetti terapeutici di carattere preventivo da quelli di carattere acuto in cui la terapia è mirata a definire la flogosi risolvendo questo aspetto .
Per motivi ovvii, parlerò poco degli aspetti preventivi, questo perché una vera prevenzione si può attuare solo sul biotipo costituzionale e quindi è individuale; al contrario in linea di massima i processi acuti flogistici da raffreddamento o determinati da virosi influenzali possono essere trattati in maniera generale, in quanto rispondono ai criteri generali di intervento sililare e quindi una fase di vasocostrizione, una di vasodilatazione e fasi distali.
Come dicevo non esiste una terapia preventiva per tutti, l'Omeopata scieglie in base alle caratteristiche del soggetto Umano che ha di fronte; una terapia comunque non errata è la somministrazione di Lisato di fegato e di cuore di anas barbariass , questa terapia per quanto poco mirata è tuttavia utilissima, non consiglio di assumere questa sostanza quando si è in fase febbrile in quanto è del tutto inefficace, al contrario consiglio di assumerla come forma preventiva: mezza dose alla settimana da sciogliere sotto la lingua ; tuttavia oltre all'efficacia preventiva il lisato ha una azione diretta sulle cellule umane bloccando la penetrazione del virus all'interno della cellula e quindi impedisce l'instaurarsi dello stesso processo virale; per meglio indurre questa attività biologica consiglio di assumere il prodotto prima possibile, cioè quando ci si accorge che non ci si sente bene…
Per evitare di fare pubblicità non darò i nomi commerciali dei prodotti contenenti tale sostanza, che comunque mi potrà essere richiesta telefonandomi o inviandomi una e-mail.
Per quanto riguarda i processi di fase acuta generalmente si utilizzano prodotti Omeopatici in composizione cosiddetti complessi, in cui si trovano più sostanze in accordo di potenza, cioè una sinergia chimica e biologica tra le varie sostanze che compongono il farmaco. Difficilmente il medico omeopata prescrive farmaci unitari di fronte ad un processo acuto, anche se prove effettuate su animali hanno dato esplosivi successi; questo per ottenere un rapido ripristino delle situazioni cliniche migliori e non perdere tempo inutilmente. Le sostanze utilizzate sono in prima istanza aconitum napellus soprattutto nelle fasi iniziali in cui predominano certi segni caratteristici come la vasocostrizione -sensazione di freddo - o legati a certi comportamenti che si possono notare in questa particolare fase clinica; in sostanza il medico esamina tre piani differenti di azione che si sviluppano fisiopatologicamente in una prima fase di congestione attiva in cui sono interessati come dicevo aconitum napellus,gelsemium ,veratrum viridae una seconda fase in cui sono interessati i processi flogistici propi di carattere umorale e cellulare, in questo stadio si notano processi come la vasodilatazione -iterptermia calore del corpo sudorazione e cute umida- del paziente, in questa fase il medico somministra quattro principali sostanze : belladonna,apis , allum cepa ,eupatorium perfoliatum; una terza fase in cui si notano comportamenti diversi a seconda della tipologia del paziente, cioè una fase di essudazione in cui si somministrerà bryonia ,ferrum phosphoricum una possibilità di aspetto purulento che si attaccherà con hepar sulfur o calcarea sulfurica o soprattutto nei soggetti luesinici una fase setticemica in cui si userà pyrogenium .

Per ovvi motivi non ho parlato dei farmaci che contengono queste sostanze, ma potete richiedermeli per e-mail o telefonandomi .
Moltri usano anche altri presidi farmacologici, incluso me stesso, ma per la difficoltà di trattazione e di esposizione preferisco trattarli in successivi momenti.
PER QUALSIASI RICHIESTA O APPROFONDIMENTO POTETE INVIARMI UNA E-MAIL , O TELEFONARMI al CELLULARE .
mailto:parisi@healthremedia.com
cell. 328/8830909

===============================================

APPELLO.

Spettabile Naturmedica,
mi rivolgo a voi per un problema di displasia dell'anca infantile
congenita che ha colpito la figlia della mia migliore amica. Lei vive a
Trieste e dopo sei mesi di consulti presso il nostro ospedale locale
desidererebbe averne un altro da un'altra parte. Dopo qualche ricerca
anche in internet ci accorgiamo che non è facile trovare nomi di
specialisti in ortopediatria. Per favore vi chiedo di spedirmi
nominativi di medici, ospedali o cliniche del triveneto che potrebbero
servirle.

N: Chi potesse fornirci questo tipo di informazioni può inviarle direttamente a:

mailto:naturmedica@naturmedica.com

Grazie!!

==============================================
Continua l'iniziativa " TERAPIE NATURALI, DOVE? ". Stiamo cercando di costruire un database che sarà a disposizione degli abbonati che chiedono di conoscere se nella propria zona di residenza ci siano medici, centri od operatori sanitari orientati alla medicina naturale. Il nostro obiettivo è quello di creare un database dove inserire gli operatori suddivisi per provincia o regione e per specializzazione: omeopatia, chiropratica, pranoterapia, agopuntura, riflessologia, ecc. oppure per patologie trattate. Il vostro contributo quindi è determinante per poter fornire, a chi ne ha bisogno, la possibilità di una scelta il più possibile compatibile con le proprie esigenze. Chiediamo a chi è interessato ad essere inserito negli elenchi di farci sapere nome cognome, indirizzo, telefono e specializzazione. Quindi chiediamo anche il contributo degli abbonati che possono proporre al proprio naturopata che forse non ci conosce ma che potrebbe essere interessato all'inserimento nel nostro database.
Giustamente è stato fatto notare che i medici non possono farsi pubblicità o descrivere la propria attività se non con la sola specializzazione.
Riteniamo che la forma scelta può non essere considerata pubblicità in quanto il database non sarà visibile liberamente su internet, sarà ad esclusivo uso dei lettori di Naturmedica, che potranno richiederci il nominativo di un operatore di zona, oppure se le richieste saranno in numero troppo elevato da gestire, ci potrà eventualmente essere un accesso protetto tramite password.
Grazie.
Potete inviare i dati cliccando il seguente link:

mailto:naturm@naturmedica.com



Articoli correlati
Il più importante antibiotico naturale
Numero 74
Numero 29
Numero 3
Numero 42
Numero 43
Numero 53
Numero 6
Numero 70
Numero 79
Numero 81-Parte Prima
Numero 81-Parte Seconda
Numero 84
Numero 92

 
LINK SPONSORIZZATI



Warning: mysql_connect() [function.mysql-connect]: Access denied for user 'naturvit_natur'@'localhost' (using password: YES) in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 128

Warning: mysql_select_db() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 129

Warning: mysql_query() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 153
Peccato! query fallita:
  • errorno=0
  • error=
  • query=SELECT * FROM tbl_catalogo_prodotto WHERE online='Y'