Chi siamo  |  Link amici  |  Contatti  |  Forum  |  Cerca
Home > Archivio > Newsletter > Numero 41
Cosa Fare Per:

Rimedi Naturali:


Archivio
Newsletter
In questo numero: - Una pietanza indispensabile: il brodo. - I vostri messaggi. - Il selenio: un minerale prodigioso?
Una pietanza indispensabile: il brodo.

Certamente molti, me incluso, storceranno il naso davanti a questa affermazione, credo che il brodo oggi non sia una delle pietanze preferite, specialmente fra i più giovani.
Il brodo di carne o di pesce è usato tradizionalmente in quasi tutte le cucine del mondo: quella francese, italiana, cinese, giapponese, africana, sudamericana, mediorientale e russa. Purtroppo però le moderne tecniche culinarie privilegiano ormai i cibi di veloce preparazione per andare incontro alle esigenze delle molte donne che lavorano.

Se adeguatamente preparato il brodo di carne o di pesce è molto nutriente, in quanto, contenendo i minerali delle ossa, la cartilagine, il midollo e vegetali come elettroliti si presenta in una forma facilmente assimilabile. L'aggiunta di aceto o vino acido durante la cottura aiuta ad estrarre i minerali, in particolare calcio, magnesio e potassio e li rende disponibili nel piatto.

Il dott. Francis Pottenger, autore di alcuni articoli sui benefìci della gelatina del brodo, afferma che essa è di grande utilità perché fornisce alla dieta colloidi idrofili. I componenti dei cibi crudi sono colloidali e tendono ad essere idrofili, cioé attraggono liquidi. Così, quando mangiamo un'insalata o un altro cibo crudo, i colloidi idrofili attraggono i succhi digestivi per una rapida ed efficace digestione. Generalmente i colloidi che sono stati riscaldati sono idrofobici (respingono i liquidi), rendendo i cibi cotti più difficili da digerire. Però la gelatina del brodo di carne ha l'insolita proprietà di attrarre i liquidi anche dopo essere stata riscaldata. La proprietà per cui la gelatina attrae l'acqua per formare i desserts, è la stessa che le permette anche di richiamare i succhi digestivi sulla superficie delle particelle dei cibi cotti.

Generalmente la gente non è cosciente del grande numero di ricerche eseguite sui benefìci delle gelatine quando prese assieme ai cibi. La gelatina agisce pincipalmente come un aiuto alla digestione ed è stata spesso usata con successo come trattamento di alcuni disturbi intestinali, inclusi iperacidità, coliti e morbo di Crohn.

Nonostante la gelatina non sia in alcun modo una proteina, contiene solo grandi quantità degli aminoacidi arginina e glicina, agisce salvaguardando le proteine, permettendo all'organismo di utilizzarle molto meglio.

Perciò i tipi di brodo ricchi di gelatina sono una necessità per le persone che devono limitare il consumo di carni nella loro dieta. La gelatina sembra anche si possa utilizzare efficacemente per il trattamento di molte affezioni croniche, incluse anemia e altre malattie del sangue, diabete, distrofia muscolare e persino il cancro.

Gli altri importanti ingredienti che troviamo nel brodo sono i componenti della cartilagine -che recentemente è stata utilizzata con notevoli risultati nel trattamento di tumori e malattie delle ossa- e del collagene utilizzato per il trattamento dell'artrite reumatoide e altre patologie.

La saggezza popolare considera il brodo di gallina un efficace rimedio per l'influenza. Nel 12° secolo il medico Moses Maimonides prescriveva il brodo di gallina come trattamento per raffreddore ed asma. Le ricerche più recenti hanno confermato che il brodo aiuta a prevenire e a mitigare molte malattie infettive.

Un'altra credenza popolare dice che il brodo fatto con la carne e la testa del pesce contribuisce ad aumentare la virilità. In effetti esso è ricco di minerali incluso l'importante iodio. Forse ancora più importante, il brodo ottenuto con le teste e la ghiandola tiroide del pesce, fornisce l'ormone tiroideo e altre sostante che nutrono la ghiandola tiroide.

4000 anni fa , per rinvigorire i loro pazienti anziani i medici cinesi proponevano una cura a base di una zuppa fatta con la tiroide di animali. Secondo antichi testi, questo trattamento aiutava i pazienti a sentirsi più giovani, fornendo loro maggior energia e spesso restituiva anche le capacità mentali.

Durante il regno della Regina Vittoria, un importante medico londinese prescriveva a pazienti indeboliti speciali sandwiches a base di tiroide cruda. Sicuramente quasi nessuno fra di noi oggi potrebbe mangiare un cibo simile, ma zuppe e condimenti fatti con brodo di pesce sono assolutamente deliziosi, un rimedio che nessun convalescente dovrebbe rifiutare. Secondo alcune ricerche sono molte le persone che soffrono per una deficienza tiroidea con sintomi quali affaticamento, aumento di peso, frequenti raffreddori ed influenze, incapacità a concentrarsi, depressione ed altre complicazioni anche più serie, tipo malattie cardiache e cancro.

Quindi, oltre a molti benefici per la salute, il brodo di pesce o di carne è anche un eccellente condimento per i nostri cibi. Nella cucina europea spesso è un ingrediente base per la preparazione di magiche e saporite ricette. Chi ha avuto la fortuna ed il privilegio di visitare le cucine dei ristoranti più famosi di Francia avrà visto senza dubbio pentole piene di questo pallido alimento messe a bollire lentamente. Quando questo liquido forse poco attraente è arricchito con erbe aromatiche o vino e poi ridotto dalla bollitura, gli effetti della gelatina e degli aromi diventano concentrati. Il risultato è un condimento meraviglioso, nutriente e delizioso.
(da Nourishing Traditions.-S. Fallon, M.G. Enig)

============================================

I vostri messaggi.

nei pareri espressi nei nn.16 e 25 dell'archivio noto diversi giudizi nei confronti dello yoghurt, di cui sono un consumatore regolare; c'è una ragione?
gradirei un chiarimento, grazie.
attilio de angelis

N: nel N° 25 si parla di utilizzare lo yougurt esclusivamente nel caso di necessità di rinvigorire la flora batterica in presenza di candida albicans. Per il resto l'opinione sui latticini rimane la stessa del N°16.

//////////////
Thomas scrive:

sarei interessato,se in un vostro numero trattereste quello che il grande Paracelso considerava il principe dei sali "il miele" grazie

///////////

Miei cari, sò che eravate in attesa di sapere come fosse andato l'intervento a Cinzia, per cui, anche se è tardissimo, vi informo subito.
Come sapete ieri, 31 ottobre, è stato fatto l'intervento e all'uscita della sala operatoria i medici hanno detto a Giovanni (Il marito di Tiziana, che l'ha accompagnata) e a Silvia (l'amica di "Ricordati" che l'aiuta in Spagna) che l'intervento era andato molto, molto bene.
Le hanno dato antidolorifici ed antibiotici per la notte ed oggi ci sarebbe stata la prima visita: le avrebbero tolto la benda che copriva l'occhio.

Così oggi, tolta la benda .......CINZIA HA VISTO!!!!!!!!!!

Ha visto il medico e se l'è abbracciato (ha detto anche che è un bell'uomo), poi ha visto Giovanni per la prima volta e poi ..... "mi sento come una bambina che vede il mondo per la prima volta" ha detto Cinzia, prima dstingueva luce, ombre e masse colorate "oggi ho letto le insegne per strada ...." ma nei prossimi giorni (dovrebbe rientrare in Italia sabato) saprete dalle sue dirette parole.
Sarà il suo spazio, una festa insieme a tutte le persone che l'hanno aiutata materialmente, con preghiere, con mille candele accese, una festa agli Angeli e a Dio che hanno aiutato Cinzia in ogni attimo e non sapete quanto!
Vi abbraccio felice
Sara Luce

/////////////////
Vorrei condividere con voi la mia esperienza con l'uso di St. John's
Worth per la
depressione. Soffro di una carenza ereditaria di serotonina, il
neurotrasmettitore "del
buon umore" e, poiche' la sua produzione naturale, stimolata dall'esposizione
al sole,
cala durante l'inverno, i mesi freddi sono una vera tortura per me. Ho
acquistato il St.
John's qui negli Stati Uniti, dove e' comunemente venduto nelle farmacie ed
erboristerie
e devo dire che ho notato risultati non miracolosi, ma promettenti. Cio' che
mi a' piu'
tranquillizzata riguardo a questo prodotto e' il fatto che, nonostante mi sia
d'aiuto nei
mesi invernali, non noto praticamente alcun effetto usandolo in estate,
quando i miei
livelli di serotonina si stabilizzano, suggerendo il fatto che sia attivo in
maggioranza quando condizioni di squilibrio sono presenti. Altri farmaci,
come il famigerato Prozac, invece, stimolano la serotonina sia che ce ne sia
bisogno, sia che non ce ne sia,
risultando in vari effetti collaterali.
Ovviamente, non pretendo di applicare la mia personale esperienza a tutti i
lettori di
Naturamedica. Desideravo solo spezzare una lancia in favore di questo
prodotto utile
ma ancora poco studiato.

Silvia
/////////////////////////
==========================================

Il selenio: un minerale prodigioso?

Dipende da ciò che mangi o da dove vivi, ma potresti non ottenere una sufficiente quantità di una sostanza che migliora la fertilità o addirittura combatte il cancro e la progressione dell'HIV.
Un articolo sulla prestigiosa rivista The Lancet ha pubblicato le opinioni di eminenti scienziati sul ruolo del selenio, il minerale traccia che sta dando prova di avere ruolo importante in molteplici aspetti della nostra salute.

Margaret Rayman, l'autrice della recensione, professoressa di medicina nutrizionale all'University of Surrey di Guildford (UK), si è interessata al selenio circa tre anni fa, quando occupandosi di preeclampsia (ipertensione, proteinuria ed edema presente di solito nella seconda metà della gravidanza) ha notato che le tutte le donne che stava studiando avevano bassi livelli di selenio.

Incuriosita, ha condotto ulteriori ricerche ed ha trovato che i livelli di selenio nella popolazionze dell'Inghilterra erano straordinariamente bassi, così come quelli della media degli altri paesi europei rispetto invece a valori molto più alti che possiamo trovare nella popolazione nord-americana.
Continuando gli studi ha scoperto che i consumi alimentari di selenio in Inghilterra negli ultimi 20 anni sono dimezzati. La ragione va trovata nel fatto che c'è stata una forte riduzione dell'importazione di grano americano o canadese, notoriamente più ricchi di selenio, in favore di quello europeo più povero del minerale.
La dott. Rayman ha raccolto altri studi che hanno suscitato interesse in conferenze internazionali. Per questo ha deciso di pubblicare un resoconto che riferisce di più di 80 studi.

- Buono per i pazienti con HIV.

L'articolo riferisce che la mancanza di selenio è collegata ad aborto prematuro, infertilità maschile, problemi emotivi, insufficiente metabolismo tiroideo e aumento del rischio di malattie cardiache e artrite.

E non è tutto. Secondo la dott. Rayman, il ruolo del selenio nelle infezioni virali -particolarmente l'HIV- è una delle più importanti linee di ricerca. Tests di laboratorio hanno evidenziato che è un potente inibitore della riproduzione dell'HIV ed uno studio sull'uomo ha dimostrato che i pazienti con l'AIDS e con bassi livelli di selenio hanno probabilità di morire per malatie conseguenti all'AIDS che sono 20 volte maggiori di quelli con livelli del minerale nella norma .

" Al momento sono in corso alcune prove per vedere se somministrare selenio a persone che sono sieropositive possa rallentare o arrestare la progressione della malattia" ha dichiarato la Rayman. "Se questo fosse il caso, ciò potrebbe dare qualche speranza per trattare la malattia in parti del mondo che non possono permettersi medicinali più costosi.
"Probabilmente la più forte prova della relazione fra selenio e salute dovrebbe essere il suo effetto sul rischio di cancro. " Un studio dell'università di Harvard che ha coinvolto 34.000 uomini ha messo in evidenza che gli uomini con i più bassi livelli di selenio hanno probabilità triplicate di contrarre il cancro alla prostata rispetto quelli con livelli del minerale più alti.

Assumere integratori alimentari è un buon metodo per aumentare la presenza di questo come di altri minerali, così come preferire cibi ricchi di selenio quali ad esempio noci brasiliane, fegato, rognone, granchio o altri frutti di mare. Oppure si può andare direttamente alla fonte: il terreno. Quello nord-americano ne è ricco e le coltivazioni assimilano il minerale durante la crescita.

La dott. Raymen sta raccogliendo fondi per uno studio sulla prevenzione dei tumori con l'intervento del selenio. Uno studio che dovrebbez coinvolgere 30.000 persone negli USA, Inghilterra, Danimarca e Svezia.
Negli USA, il National Cancer Institute ha recentemente stanziato un finanziamento per uno studio di 12 anni su 32.000 uomini per osservare gli effetti dell'integrazione alimentare con vitamina E e selenio sul rischio di cancro alla prostata.

Questi studi hanno anche l'obiettivo di determinare quale dovrebbe essere la dose giornaliera ideale e se un'integrazione con selenio potrebbe fornire effettivamente di benefici per la salute.

-Che cosa fare.

Chi sospetta di non avere sufficienti quantità di selenio nel proprio organismo dovrebbbe parlarne con il proprio medico. Sicuramente non dovrebbe ingoiare pasticche di selenio come caramelle. Troppo selenio può essere tossico, provocando perdita di capelli, di unghie e vomito. La dose giornaliera tollerabile per gli adulti è di 400 microgrammi.

============================================


Gli arretrati di NATURMEDICA, salute&natura si possono trovare nel sito,
http://www.naturmedica.com , clicca il pulsante ARCHIVIO.

Ora si può richiedere l'abbonamento gratuito a naturmedica anche direttamente dal sito, è sufficiente riempire il modulo che troverai all'inizio delle varie pagine e inviare. È necessario replicare alla successiva email di conferma, altrimenti l'iscrizione non sarà attivata.


====================================
In collaborazione con Naturalia.net - la Guida
Italiana al Mondo del Naturale.
La Newsletter on-line GRATUITA che t'informa su come
mantenere e/o migliorare la salute in modo naturale e vivere in armonia con
la natura.
Abbonarsi è semplicissimo, basta riempire l'apposito modulo con il proprio
indirizzo e-mail nel sito: http://www.naturalia.net/mailing/iscrizione.asp
====================================
Troverai alcuni articoli di naturmedica e altri interessanti anche nel sito:

http://www.armonics.net/civilta/med_nat_el.html

====================================

In collaborazione con:

Solaris: il Network del Benessere - http://www.solaris.it
clicca l'area DOWNLOAD: troverai l'archivio delle nostre uscite.

=====================================
***********************************
Clicca il seguente link per aiutare a salvare la foresta pluviale. Non chiedono contributi, pagheranno gli sponsors ad ogni collegamento effettuato. Cliccalo ogni giorno e chiedi ai tuoi amici di fare altrettanto.

http://www.saverainforest.net

Il sito è in lingua Inglese, clicca SEMPRE il bottone: SAVE RAINFOREST.
Potrai anche tu ottenere un indirizzo email gratuito come ad esempio il nostro che è naturmedica@saverainforestnet.zzn.com
************************************
=====================================

AVVERTENZA: Le informazioni contenute in Naturmedica sono fornite solo a
scopo educativo. Non si intende fornire suggerimenti per diagnosi o
trattamento di malattie. In caso di bisogno consultare il proprio medico.
----------------------------------------
Se vuoi comunicare con noi per commenti, critiche, richieste oppure
vorresti veder pubblicato un tuo articolo, clicca l'indirizzo:

mailto:naturmedica-list-owner@mail-list.com

saremo felici di rispondere oppure pubblicare scritti di interesse generale
(please, no pubblicità a marche di prodotti, in caso usare il nome del
principio attivo).


Al prossimo numero. Ciao.




 
LINK SPONSORIZZATI



Warning: mysql_connect() [function.mysql-connect]: Access denied for user 'naturvit_natur'@'localhost' (using password: YES) in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 128

Warning: mysql_select_db() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 129

Warning: mysql_query() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 153
Peccato! query fallita:
  • errorno=0
  • error=
  • query=SELECT * FROM tbl_catalogo_prodotto WHERE online='Y'