Chi siamo  |  Link amici  |  Contatti  |  Forum  |  Cerca
Home > Archivio > Newsletter > Numero 35
Cosa Fare Per:

Rimedi Naturali:


Archivio
Newsletter
In questo numero: - L'acqua come medicina?..... - I vostri messaggi. - ..... anche il vino rosso?
L'acqua come medicina?.....

Assieme all'ossigeno, l'acqua è il fattore più importante per la sopravvivenza degli uomini e di molti animali. Una persona può vivere per più di quattro settimane senza cibo, ma senza acqua può sopravvivere solo per pochi giorni.
Più di metà del nostro corpo è composto da acqua, la troviamo in ogni cellula. Dall'acqua dipendono tutti i processi biologici (circolazione, digestione, assorbimento e secrezione) e la formazione del sangue e della linfa. Serve anche per lubrificare le articolazioni, a mantenere un aspetto giovane della pelle e regolare la temperatura corporea.

La nostra pelle è uno degli organi maggiori e l'acqua è essenziale per il buon funzionamento delle sue cellule. Ma, se nel corpo si verifica un insufficiente apporto di acqua, la pelle dovrà attendere che siano prima riforniti gli altri organi. Il cervello ad esempio è 85% acqua (in alcune persone anche di più ;-) ) .
Nonostante il suo peso sia 1/50 del peso totale del corpo, il cervello riceve il 20% di tutto il sangue circolante ed è sempre lui che "decide" le quote di acqua da distribuire a ciascun organo.
Quindi nel caso di disidratazione, l'acqua disponibile raggiungerà prima gli altri organi e poi la pelle. Essendo questa la più esposta alla perdita di acqua causa il sole, vento, ecc, una situazione di disidratazione cronica produrrà nel viso vistosi segni quali righe e rughe anche profonde.

Con l'invecchiamento molti perdono dalle cellule dal 10 al 15% di acqua, spesso causato dalla diminuita sensibilità alla sete. L' acqua è molto importante per la digestione. Una cattiva digestione può provocare crampi, gonfiori, gas, costipazione, diverticoliti o addirittura cancro al colon.
Quindi, bere molta acqua, possibilmente associata ad una dieta ricca di fibre può prevenire questi problemi. Nel nostro corpo non esiste un serbatoio d'acqua per le emergenze, quella che c'è è quella che ingeriamo durante il giorno. Il meccanismo di autoriparazione del corpo sposta semplicemente l'acqua da un posto all'altro, è quindi inevitabile che qualche organo prima o poi ne soffra la mancanza.

Il dottor F. Batmanghelidj nel suo libro " Amazing secrets for health and wellness" afferma che il 60% delle odierne malattie potrebbero essere evitate e anche curate con un adeguato apporto di acqua e sali minerali. La lunga lista dei sintomi e delle malattie associate alla disidratazione comprende:

angina - artrite reumatoide - diabete - colite - morbo di Alzheimer - cancro - sclerosi multipla - emicranie - ipertensione - asma - ipercolesterolemia - depressione - diminuzione della libido - sindrome da stanchezza cronica -lupus eritematoso - distrofia muscolare - mal di schiena - pirosi .

L'acqua è vita. Come regolatore di tutte le funzioni fisiologiche, l'acqua può essere considerata come la vita stessa. È la principale fonte di energia per ogni cellula, generando energia elettrica e magnetica. Può agire anche come un antiossidante eliminando i radicali liberi attraverso i reni.

* Quanta acqua bere? *

Una persona di media corporatura dovrebbe bere almeno 8 -10 bicchieri (1,5-2 litri) consumati in piccole quantità durante tutto il giorno. Quantità da aumentare se si consumano caffé, alcoolici, carni o se si praticano degli sports. Praticare uno sport è uno dei segreti per mantenere una buona salute in quanto aiuta a redistribuire l'acqua ai vari organi, ma in questo caso è importante bere molta più acqua per compensare quella perduta con la trapirazione durante l'esercizio.

==================================================
I VOSTRI MESSAGGI.

Riceviamo spesso richieste di consigli per affrontare con rimedi naturali stati di salute la cui diagnosi è sconosciuta o incerta. Anche nel caso questa fosse conosciuta ripetiamo (come già scritto in calce ad ogni uscita) che le informazioni che trovate su naturmedica sono solo a scopo educativo, non si intende assolutamente sostituire il parere qualificato che solo un medico può dare.
Considera che naturale non è sempre sinonimo di sicurezza o assenza di tossicità.
////

Grazie a Nino Carpani di Trieste per averci mandato il seguente messaggio:

I ricercatori della Marina Americana hanno studiato e messo in atto un nuovo trattamento per ripararle piccole cellule capillari (cellule cigliate) nella parte più interna dell'orecchio che trasmettono il suono alle fibre nervose e danno il senso dell'equilibrio:
Il tubo chiamato catetere, viene inserito nel canale auricolare e attraverso il timpano fino a raggiungere la coclea, il ricettore di tutti i suoni.
In dott. KOPKE, sostenuto dall'Ufficio della Ricerca Navale , sostiene che si debba infilare un piccolo catetere attraverso la parte esterna dell'orecchio,sotto il timpano e fine della membrana alla fine della coclea., una struttura riempita di liquido e a forma di chiocciola ,nella parte interna dell'orecchio che contiene migliaia di cellule capillari.
La pressione del suono fa vibrare la coclea che vibrazioni attraverso il liquido, muovendo i peli e mandando segnali che infine arrivano fino al cervello. Antiossidanti vengono allora fatti passare attraverso la coclea permettendo alle cellule capillare di ricevere un buon dosaggio.
Il Paziente può tenere il catetere così i medici possono somministrare la medicina ogni 2 - 3 giorni e ciò per 2 settimane.
Può altrimenti essere applicata una pompetta automatica al paziente per ricevere una dose quotidiana di liquido.
RICHARD HOFFER capitano di corvetta, un dottore della Marina che lavora con il dot.KOPKE, parla di malattia di Meniere, una anomalia dell'orecchio interno i cui sintomi sono vertigini, capogiri e ronzii nelle orecchie. Lui propone di intervenire in un'altra parte dell'orecchio per distruggere un altro tipo di cellula capillare.
Un terzo della popolazione americana che soffre della perdita dell'udito è stata colpita da rumori forti.
Le ricerche attuali quindi propongono di intervenire oralmente con medicine (antiossidanti) che possono essere prese sia prima che dopo avere riscontrato difficoltà di udito a seguito di rumori forti.

////////

grazie anche ad Andrea Mereu, sempre presente con i suoi preziosi contributi che scrive:

Volevo dare un ulteriore consiglio ad Aldo che sul num. 34 ha chiesto se esistono dei rimedi naturali per la fertilità.
La persona interessata, insieme al proprio medico o, dopo una diagnosi, insieme ad un terapeuta qualificato, potrebbe valutare la possibilità di un' integrazione con l' associazione degli oligoelementi zinco e rame.
La sinergia Zi-Cu è identificata e utilizzata in quella che è definita la quinta diatesi di Ménétrier o sindrome da disadattamento ipofiso-surreno-genitale.
In particolare lo zinco interviene in più di duecento processi enzimatici, è quindi necessario al corretto funzionamento del metabolismo ed è essenziale per la motilità degli spermatozoi.
Il rame, più in generale, regola anche la funzionalità delle ghiandole genitali.
L'unica precauzione è che il rimedio non deve essere assunto nel caso in cui siano presenti patologie come il cancro e la tubercolosi o malattie infettive in genere.
Un grosso saluto a tutti.
Andrea

======================================================
***********************************
Clicca il seguente link per aiutare a salvare la foresta pluviale. Non chiedono contributi, pagheranno gli sponsors ad ogni collegamento effettuato. Cliccalo ogni giorno e chiedi ai tuoi amici di fare altrettanto.

http://www.saverainforest.net

Il sito è in lingua Inglese, clicca SEMPRE il bottone: SAVE RAINFOREST.
Potrai anche tu ottenere un indirizzo email gratuito come ad esempio il nostro che è naturmedica@saverainforestnet.zzn.com
************************************
======================================================


....anche il vino rosso? (come medicina)

Il numero di luglio della rivista Cancer Research ha pubblicato i risultati di uno studio su un componente del vino rosso, il resveratrolo, il quale agisce come antibiotico proteggendo l'uva dai funghi. Il resveratrolo può neutralizzare una proteina che protegge le cellule cancerose dai trattamenti anticancro come ad esempio la chemioterapia. I ricercatori ritengono che questo sia il modo in cui gli antiossidanti presenti nell'uva e nel vino rosso possono combattere il cancro.

Nel corso degli ultimi anni, i benefici del vino rosso sono stati molto enfatizzati dopo la scoperta di quello che è stato definito "il paradosso francese". Cioè che i francesi hanno il più basso tasso di malattie cardiache nonostante la loro dieta ricca di colesterolo. Gli studi hanno ipotizzato che la chiave possa essere proprio la diffusa abitudine di bere uno o due bicchieri di vino rosso ai pasti.

Alcuni anni fa, delle ricerche rivelarono che il resveratrolo può impedire alle cellule di trasformarsi da sane a cancerose come pure la diffusione di quelle maligne. Questo componente inoltre si è dimostrato capace di bloccare le infiammazioni, che sono collegate all' artrite e ad altre malattie.

Il resveratrolo si può trovare in decine di cibi, incluse more e arachidi. Tutti i vini ne contengono una discreta quantità, ma sembra che il vino rosso sia la fonte più ricca.

==========================================

Gli arretrati di NATURMEDICA, salute&natura si possono trovare anche nel sito,
http://www.naturmedica.com , clicca il pulsante ARCHIVIO.

Ora si può richiedere l'abbonamento gratuito a naturmedica anche direttamente dal sito, è sufficiente riempire il modulo che troverai all'inizio delle varie pagine e inviare. Ricordarsi di replicare alla successiva email per la conferma, altrimenti l'iscrizione non sarà attivata.

====================================
In collaborazione con:

Solaris: il Network del Benessere - http://www.solaris.it
clicca l'area DOWNLOAD: troverai l'archivio delle nostre uscite.

=====================================


AVVERTENZA: Le informazioni contenute in Naturmedica sono fornite solo a
scopo educativo. Non si intende fornire suggerimenti per diagnosi o
trattamento di malattie. In caso di bisogno consultare il proprio medico.
----------------------------------------
Se vuoi comunicare con noi per commenti, critiche, richieste oppure
vorresti veder pubblicato un tuo articolo, clicca l'indirizzo:

mailto:naturmedica-list-owner@mail-list.com

saremo felici di rispondere oppure pubblicare scritti di interesse generale
(please, no pubblicità a marche di prodotti, in caso usare il nome del
principio attivo).


Al prossimo numero. Ciao.




 
LINK SPONSORIZZATI



Warning: mysql_connect() [function.mysql-connect]: Access denied for user 'naturvit_natur'@'localhost' (using password: YES) in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 128

Warning: mysql_select_db() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 129

Warning: mysql_query() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 153
Peccato! query fallita:
  • errorno=0
  • error=
  • query=SELECT * FROM tbl_catalogo_prodotto WHERE online='Y'