Chi siamo  |  Link amici  |  Contatti  |  Forum  |  Cerca
Home > Archivio > Newsletter > Numero 23
Cosa Fare Per:

Rimedi Naturali:


Archivio
Newsletter
In questo numero: - Pomodoro: una miniera di salute. - Una risata come medicina?
Pomodoro: una miniera di salute.

Se sei un maschio e se vivrai abbastanza a lungo, le possibilità di
contrarre il cancro alla prostata sono molto elevate. Numerose autopsie
hanno rivelato che all'età di 80 anni quasi il 100% degli uomini avevano
sviluppato in misura più o meno evidente il cancro alla prostata.
Il cancro alla prostata è una malattia che minaccia in egual misura tutti
gli uomini, indipendentemente dallo stato civile (celibe o coniugato) o da
quello socio-economico. I comuni fattori di rischio per prevederlo
(ereditarietà, obesità, fumo) non sono di aiuto, con un' importante
eccezione: le abitudini alimentari.

Il beta-carotene delle carote è universalmente riconosciuto per la sua
azione anti-ossidante. Ma lo sapevi che si conoscono oltre 600 altri
carotenioidi oltre al beta? Uno di questi è il LICOPENE che troviamo nel
pomodoro, nel cocomero, nella papaya, nel pompelmo rosa, più rosso è il
frutto più licopene troveremo.

Recentemente dei ricercatori hanno scoperto che gli uomini che consumano un
grande quantitativo di pomodoro cotto hanno percentuali di cancro alla
prostata molto basse, al contrario di quelli con bassi consumi cui sono
state riscontrate percentuali più alte. Nonostante gli effetti protettivi
del pomodoro fossero conosciuti da molto tempo, solo recentemente il
"Journal of The National Cancer Institute" ha scoperto che il consumo di
pomodoro può diminuire le probabilità di contrarre il cancro alla prostata
al polmone e allo stomaco . Lo studio ha trovato che uomini che consumano
almeno 10 o più porzioni di cibi a base di pomodoro alla settimana, hanno
il 45% di probabilità in meno di ammalarsi. Per chi consuma da 4 a 7
porzioni per settimana le minori possibilità scendono al 20%.

In uno studio durato sei anni, condotto dal dott. Edward Giovannucci,
concentrato sulle abitudini alimentari di 48.000 uomini, ha trovato che il
90% del licopene nella dieta dei soggetti proveniva dal pomodoro.
Sorprendentemente, mentre prodotti cotti a base di pomodoro come salsa per
pasta o pizza hanno offerto benefìci protettivi, il pomodoro crudo o il suo
succo offrono minima se non nulla protezione. Per esempio il concentrato di
pomodoro contiene 120 milligrammi di licopene ogni 100 grammi mentre
l'ortaggio fresco solo 2mg ogni 100 gr. La ragione è doppia. Primo, il
processo di cottura rompe le pareti delle cellule del pomodoro rilasciando
più licopene. Secondo, l'uso di grassi ed oli nella preparazione di salse
di pomodoro aumenta l'assorbimento di questo carotenoide lipo-solubile.

Il pomodoro, oltre ad essere un'ottima fonte di fitochimici e antiossidanti
come la vitamina A e C, è la sorgente più ricca di licopene esistente in
natura. Il licopene e il beta-carotene sono i carotenoidi predominanti in
certi organi. La prostata è uno di questi organi, dove il licopene è
presente in maggiore quantità.

Come lavora il licopene.

Il L. è lo 'spazzino' più efficiente dei radicali liberi fra tutti i più
comuni carotenoidi e in misura doppia rispetto al beta-carotene. Attuali
ricerche stanno dimostrando che il suo potere anti-ossidante conferisce una
protezione contro l'ossidazione del colesterolo, un processo che si ritiene
influenzi il cancro alla prostata. Questa proprietà antiossidante può
portare benefici anche nella prevenzione di malattie cardiache, sia per
l'uomo che per la donna, visto che l'ossidazione del colesterolo LDL è uno
dei primi passi verso la formazione dell'arteriosclerosi.
Alcuni ricercatori hanno anche scoperto che il licopene aumenta la
comunicazione cellulare. Questo meccanismo, che permette alle cellule sane
di comunicare una con l'altra, è perduto durante la trasformazione maligna
delle cellule. E' stato quindi teorizzato che ristabilendo questo processo
di comunicazione, il licopene può aiutare l'inversione dell'evoluzione
maligna.

Da cosa viene indebolito.

Il licopene viene traportato nel sangue dalle molecole lipoproteiche (LDL)
che trasportano anche il colesterolo. Quindi i farmaci per diminuire i
livelli di colesterolo possono interferire drasticamente con i carotenoidi.

Le ultime ricerche.

- Uno studio alla Tufts University di Boston ha trovato che 50 mg di
beta-carotene presi a giorni alterni aumentano l'efficenza delle cellule
natural-killer (NK), un componente vitale del sistema immunitario ritenuto
responsabile nel combattere le cellule tumorali.
-Uno studio all'Università di Milano ha indicato che le persone che
mangiano più di sette porzioni di prodotti a base di pomodoro per settimana
riducono fino all 500% il loro rischio di cancro alla bocca, allo stomaco
al colon e al retto.
-Uno studio del 1990 all'University of Illinois ha scoperto che le donne
con alti livelli di licopene hanno cinque volte meno probabilità di
sviluppare il cancro alla cervice.
-I ricercatori alla Johns Hopkins University hanno riferito nel 1989 che le
persone con bassi livelli di licopene nel sangue hanno cinque volte
maggiori probabilità di sviluppare il cancro al pancreas.
-Uno studio clinico pubblicato nel 1990, il Skin Cancer Prevention Study
Group, ha riscontrato che il licopene reagisce selettivamente con i raggi
UV e può proteggere la pelle dal foto-invecchiamento e dalla carcinogenesi.
-Rapporti epidemiologici hanno stabilito un effetto protettivo del licopene
nell'incidenza del cancro in donne con neoplasia intraepiteliale della
cervice.
-Ricercatori hanno trovato che il L. è più potente che l'alfa e
beta-carotene nell'inibire la crescita delle cellule tumorali
dell'endometrio, del seno e del polmone.

******************************************

Una risata come medicina?

Hai sentito qualche buona barzelletta ultimamente?
Che tu ci creda o no, sbellicarsi dalle risa può essere proprio ciò che il
dottore ha ordinato. Studi hanno dimostrato che il ridere non solo può
migliorare il tuo stato emozionale ma può anche aiutarti a mantenere la
salute fisica e perfino guarire da malattie.

Ridere può:
- riforzare la tua immunità aumentando gli anticorpi dell'organismo come
pure i lifociti-T che proteggono il tuo corpo da 'invasori' esterni.
- Aumentare la frequenza del tuo respiro e delle pulsazioni cardiache che
sono di beneficio al sistema cardiovascolare.
- Stimolare il cervello a rilasciare endorfine (sostanze che creano gioia,
piacere) che possono temporaneamente alleviare il dolore.
- Rilasciare emozioni negative che altrimenti potrebbero creare
cambiamenti biologici dannosi nel corpo.
- Ridurre lo stress e favorire il rilassamento.

Purtroppo, tendiamo a ridere di meno quando invecchiamo. Mentre un bambino
mediamente ride 300 volte ogni giorno, la maggior parte degli adulti ride
fra 15 e 100 volte al giorno.

Per recuperare la natura di bambino che c'è in ognuno di noi, prova a
trovare l'aspetto umoristico nelle situazioni di ogni giorno e cerca di
passare il tuo tempo con persone che tirano fuori il tuo senso del
divertimento. Racconta o fatti raccontare delle barzellette e la prossima
volta che vai al cinema o guardi la TV, cerca una commedia o un film comico.

.... Perchè dopo tutto una risata può essere la migliore medicina!


=====================================
NATURMEDICA:
in collaborazione con Solaris: il Network del Benessere - http://www.solaris.it
clicca l'area DOWNLOAD: troverai l'archvio delle nostre uscite.

=====================================


AVVERTENZA: Le informazioni contenute in Naturmedica sono fornite solo a
scopo educativo. Non si intende fornire suggerimenti per diagnosi o
trattamento di malattie. In caso di bisogno consultare il proprio medico.
----------------------------------------
Se vuoi comunicare con noi per commenti, critiche, richieste oppure
vorresti veder pubblicato un tuo articolo, clicca l'indirizzo:

mailto:naturmedica-list-owner@mail-list.com

saremo felici di rispondere oppure pubblicare scritti di interesse generale
(please, no pubblicità a marche di prodotti, in caso usare il nome del
principio attivo).


Al prossimo numero. Ciao.




 
LINK SPONSORIZZATI



Warning: mysql_connect() [function.mysql-connect]: Access denied for user 'naturvit_natur'@'localhost' (using password: YES) in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 128

Warning: mysql_select_db() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 129

Warning: mysql_query() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 153
Peccato! query fallita:
  • errorno=0
  • error=
  • query=SELECT * FROM tbl_catalogo_prodotto WHERE online='Y'