Chi siamo  |  Link amici  |  Contatti  |  Forum  |  Cerca
Home > Archivio > Newsletter > Numero 21
Cosa Fare Per:

Rimedi Naturali:


Archivio
Newsletter
In questo numero: - La vitamina della settimana: K (menadione). - Una medicina (quasi) gratuita. - Rosmarino, non solo in cucina.
La vitamina della settimana: K (menadione)

Questa vitamina liposolubile, nonostante sia poco conosciuta è molto
importante per la nostra salute. La sua funzione più importante è prevenire
le emorragie, intervenendo nel processo di coagulazione del sangue. Ha un
ruolo anche nella mineralizzazione delle ossa, prevenendo quindi
l'osteoporosi (secondo alcuni ricercatori giapponesi anche quella
post-menopausa) e facilitando la ricalcificazione delle fratture. Previene
l'innalzamento dei livelli di IL-6 (interleuchina-6) sinonimi di
invecchiamento; alti livelli di IL-6 possono favorire la comparsa di
infiammazioni in tutto il corpo incluse le articolazioni e il cervello. Si
è riscontrato che ammalati del morbo di Alzheimer hanno alti livelli di
IL-6.

Regola la distribuzione del calcio nell'organismo: un accumulo di calcio
può danneggiare il cervello, così come la ghiandola pineale e i reni,
mentre lo scheletro ne soffre la mancanza. Il pancreas, che secerne
l'insulina, è il secondo organo come quantità contenuta di questa vitamina;
in uno studio condotto in Giappone, ricercatori hanno scoperto che carenze
di vitamina K possono avere effetti simili al diabete.

Si conoscono tre tipi di vitamina K: K-1, K-2 e K-3.

La K1 la ricaviamo dall'alimentazione, si trova nelle foglie verdi di
alcuni vegetali. La K2 è prodotta dal tratto intestinale quando ci sia un'
adeguata presenza di flora batterica. La K3 è la versione sintetica di
questa vitamina. L'assunzione di quest'ultima versione può essere tossica.

Un tempo si riteneva che non si potessero verificare carenze di vitamina K
proprio perchè prodotta dalla flora batterica intestinale. Ma si sono
notate carenze con l'incremento dell'utilizzo degli antibiotici sintetici
in medicina con conseguente distruzione di grandi quantità di flora
batterica, come pure per chi assume farmaci contro l'ipercolesterolemia
(colestirammina), anticonvulsivi (dilantil e fenobarbitolo) e per chi segue
diete ipocaloriche rigide. I sintomi più frequenti di questa carenza sono
la comparsa di ematomi sulla pelle, colite, diarrea, emorragie spontanee
(naso), malassorbimento intestinale, invecchiamento precoce.

I suoi antagonisti: alcoolici, tabacco, bevande a base di cola, caffè,
cioccolato, inquinamento dell'aria, cibi congelati e in scatola, pesticidi
ed erbicidi, esposizioni a radiazioni. Fra i farmaci: aspirina,
anticoagulanti, lassativi, tetracicline.

In quali alimenti si trova: yogurt, kefir, spinaci, cavolo, semi di soia e
di girasole, alghe, olio di fegato di merluzzo, fegato di maiale, albume
dell'uovo

AVVERTENZA: per chi presenta sintomi di carenza è comunque consiglabile
assumere questa vitamina sotto controllo medico. Chi invece assume farmaci
per fluidificare il sangue non deve assolutamente prenderla.

=============================================

Una medicina (quasi) gratuita.

E' di fondamentale importanza per un ottimale funzionamento del nostro
organismo che il pH di tutti i nostri tessuti sia compreso fra il 7,35 e
7,44 (alcalino). In un ambiente acido (pH inferiore a 7) gli ioni
metallici sono tenuti in sospensione e la produzione di radicali liberi è
in aumento. L'organismo in questo modo si deteriora. Si è scoperto che
rendere più alcalino il proprio corpo con una miscela composta da un
cucchiaino di acido citrico (succo di limone) ed uno di bicarbonato di sodio
(che puoi trovare al supermercato) sciolti in un bicchiere d'acqua
aumenterà il tuo pH in pochi minuti.
Con questo semplice metodo si sono osservati:

- immediato miglioramento delle condizioni in caso di asma
- riduzione di dolori (artrite, mal di testa, ecc)
- miglioramento delle allergie.
- aumento di benessere generale.

Si presume che molti casi di persone che non ottengono effetti favorevoli
anche da trattamenti di medicina naturale siano dovuti al valore non
corretto del loro pH, ad esempio troppo basso.
Purtroppo nè medici allopatici nè quelli 'alternativi' sembrano conoscere
questo semplice e basilare principio che determina i processi della vita ed
influisce la salute mentale, emozionale e fisica.
Molte malattie croniche sono riconosciute come "associate ai radicali
liberi", come ormai sono concordi molti ricercatori.
La semplice alcalinizzazione può aiutare a sconfiggere molti problemi
causati dai radicali liberi.

......... Provare per credere.......... eventuali testimonianze saranno
oltremodo gradite!!

===============================================

Rosmarino: non solo in cucina.

L'erba perenne sempreverde conosciuta come rosmarino ha foglie verde
argento e fiori blu. Anticamente era associata a molti simboli: amore,
morte, e fedeltà per esempio. Oggi il suo uso più conosciuto è in cucina
come erba aromatica.

Però il rosmarino ha una varietà di utilizzo che va molto oltre al semplice
uso in cucina. Gli erboristi affermano che le sue foglie stimolano i
sistemi circolatorio e nervoso ed agisce come antidepressivo. Le foglie
sono usate anche per trattare dolori muscolari e si ritiene contengano
sostanze anticonvulsive che rilassano la muscolatura del tratto digestivo.
In anni recenti ha mostrato interessanti caratteristiche per la sua azione
antibatterica e funghicida, è stato spesso usato esternamente per trattare
le infezioni della pelle. Un suo comune uso è come gargarismo per l'alito
cattivo.

Prima dell'avvento dei frigoriferi, le sue foglie erano utilizzate per
prevenire il deterioramento dei cibi.
Oggi alcuni erboristi consigliano di mettere delle foglie nel bagno per il
loro effetto rilassante e di strofinare la testa in caso di calvizie
precoce.
Studi recenti hanno riportato che esso contiene sostanze antiossidanti che
aiutano a prevenire intossicazioni alimentari e a combattere i tumori.
Si sa anche che le piante di rosmarino in giardino o sul balcone tengono
lontani gli insetti.

Possiamo trovarlo sotto diverse forme: essicato, té, tinture e due tipi di
olio essenziale, uno per uso interno e l'altro per quello esterno. Troviamo
poche precauzioni per l'uso: mai ingerire l'olio essenziale indicato per
uso esterno, grandi quantità possono essere tossiche, le donne incinte
dovrebbero evitarlo sotto qualsiasi forma eccetto come spezia siccome può
provocare irritazioni allo stomaco, ai reni o intestinali. Epilettici e
persone con ipertensione dovrebbero evitarlo.

Il rosmarino ha le seguenti proprietà medicinali: carminativo (espulsione
dei gas dall'intestino), aromatico, antispasmodico, antidepressivo,
antiparassitario e antimicrobico, astringente ed emmenagogo (favorisce le
mestruazioni).

=================================================

AVVERTENZA: Le informazioni contenute in Naturmedica sono fornite solo a
scopo educativo. Non si intende fornire suggerimenti per diagnosi o
trattamento di malattie. In caso di bisogno consultare il proprio medico.
----------------------------------------
Se vuoi comunicare con noi per commenti, critiche, richieste oppure
vorresti veder pubblicato un tuo articolo, clicca l'indirizzo:

mailto:naturmedica-list-owner@mail-list.com

saremo felici di rispondere oppure pubblicare scritti di interesse generale
(please, no pubblicità a marche di prodotti, in caso usare il nome del
principio attivo).

Un saluto a tutti.
Al prossimo numero.







----------------------------------------------------------------------------
Per iscriversi, spedire un' email bianca a: naturmedica-on@mail-list.com
Per cancellare, spedire un' email bianca a: naturmedica-off@mail-list.com
Per cambiare indirizzo email, spedire un'email a: naturmedica-change@mail-list.com
con il tuo vecchio indirizzo nel campo Oggetto:
_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/

NATURMEDICA, salute&natura

Numero 21/segnalazione errore

_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/_/

Ringrazio Andrea Mereu che mi ha informato dell'errore:
nell' articolo "Una medicina (quasi) gratuita" si parla di bicarbonato di
sodio e non di soda come erronamente riportato. Mi scuso per la svista,
spero che nel frattempo qualcuno non si sia avvelenato ingerendo soda! :-)

Ciao!
Claudio

PS: Potrai trovare tutte le precedenti uscite di naturmedica presso il sito:
http://www.solaris.it clicca il link in alto a sinistra DOWNLOAD.


Andrea Mereu ha scritto:
Desideravo, se possibile, avere maggiori delucidazioni sul
funzionamento e indicazioni del composto indicato
nell'articolo "Una medicina (quasi) gratuita" apparso sul numero 21 di
Naturmedica.
E' bicarbonato di soda o di sodio?




 
LINK SPONSORIZZATI



Warning: mysql_connect() [function.mysql-connect]: Access denied for user 'naturvit_natur'@'localhost' (using password: YES) in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 128

Warning: mysql_select_db() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 129

Warning: mysql_query() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 153
Peccato! query fallita:
  • errorno=0
  • error=
  • query=SELECT * FROM tbl_catalogo_prodotto WHERE online='Y'