Chi siamo  |  Link amici  |  Contatti  |  Forum  |  Cerca
Home > Archivio > Newsletter > Numero 18
Cosa Fare Per:

Rimedi Naturali:


Archivio
Newsletter
In questo numero: - Il relax dall'anima: La Sophia-Analisi. - I vostri messaggi. - Perchè meditare? Perchè è una buona medicina.
Il relax dell'anima
Combattere ansia, paura e stress con la Sophia-Analisi

Molti disagi nascono con un senso di agitazione e irrequitezza.

L'ansia e la paura sono reazioni fisiologiche dell'organismo che vengono
attivate dal pericolo. Da un punto di vista filogenetico, l'ansia e la
paura hanno svolto un ruolo fondamentale per la sopravvivenza dei nostri
pro-genitori e in generale dell'umanità. La paura infatti rappresenta
l'evoluzione in forma emotiva, della risposta cellulare di fronte ad una
sostanza che danneggia i tessuti o che minaccia la vita.

Già da qualche secolo tuttavia, la paura non è più una risposta ad una
minaccia reale come un predatore, ma sempre più è la pre-visione di un
pericolo, una sorta di pronostico sugli avvenimenti che si svolgeranno. La
persona ansiosa percepisce talvolta una minaccia futura, ma molto spesso
non è in grado di identificare alcun accenno di emergenza reale. L'ansia è
diventata - nei tempi moderni - la risposta ad un pericolo simbolico
presente non nella realtà esterna, ma nell'inconscio. In tempi ancora più
recenti, lo stress è la risposta nevrotica dell'organismo di fronte
all'alienazione della persona nei confronti dei suoi autentici bisogni.

E' necessario un certo tempo perchè un problema nascosto nell'inconscio
possa emergere e rivelarsi alla coscienza.

In alcune persone addirittura il problema rimane per moltissimi anni
sepolto nell'inconscio, dove però continua indisturbato a produrre le sue
interferenze nella vita dell'individuo. Certe persone manifestano un senso
di inquietudine, a volte di scuotimento, altre volte il disagio sepolto si
manifesta con un'ansia vera e propria, paura, un'evidente angoscia e
talvolta con veri e propri attacchi di panico.

Non è possibile indicare con precisione una causa unica per tutti questi
disturbi: quello che però è chiaro è che ogni persona in qualche modo
"sceglie" quale sintomo manifestare.

In altre parole, la storia individuale, le esperienze passate e il modo di
percepire la vita e le relazioni, determinano nel loro complesso un
canale preferenziale per l'espressione del disagio e della malattia.

In moltissimi casi, è possibile riscontrare che tale canale è stato già
utilizzato in passato anche in forma simbolica - da qualche familiare. Ciò
vuol dire che se ad esempio un bambino ha paura della scuola tra le tante
ipotesi da seguire - si può indagare sulle paure e fobie scolastiche dei
genitori, oppure sul loro modo di vivere la separazione dai loro genitori,
oppure ancora sul loro rapporto con gli insegnanti, le figure di
riferimento, i successi e gli insuccessi scolastici, sul loro rapporto con
i compagni, ecc.

La paura, l'ansia, lo stress sono dei pericolosi indicatori di un disagio
interiore: sono il campanello di allarme per un pericolo non esterno come
talvolta si può pensare ma di un pericolo interno. In altre parole, è come
se l'inconscio comunicasse alla persona di mettersi all'erta, perchè la
situazione della sua psiche è messa sotto pressione.

Gli avvenimenti esterni non sono pericolosi in se stessi, quanto piuttosto
perchè entrano in risonanza con avvenimenti dolorosi o traumatici sepolti
nell'inconscio. Sono soprattutto questi che dal profondo inviano
continuamente messaggi (i sintomi appunto) perchè qualcosa venga
trasformato.

L'irrequitezza, la paura e lo stress sono dunque "segnalatori di rotta":
come un faro nella notte, ci comunicano che se proseguiamo e ci
intestardiamo su quella rotta, la nostra nave finirà per rovinare sugli
scogli.

Alcune persone pensano ancora che ignorando o minimizzando tali disturbi,
prima o poi il tempo aiuterà a seppellire sempre più il dolore e il
disagio, finchè questi non saranno che un lontano ricordo. Ma il dolore non
funziona cosÏ: piccolo o grande che sia, esso è come un cancro dell'anima.
Vi si annida e se non viene fermato persegue ostinatamente il suo folle
progetto distruttivo. Non vi sono farmaci miracolosi, formule magiche o
espedienti di tutto comfort.

Le soluzioni veramente efficaci e durature contro l'ansia e le paure sono
quelle che vanno a risolvere il conflitto profondo che continua ad agitarsi
nell'inconscio. La Sophianalisi agisce sui sintomi come la paura e l'ansia:
ma soprattutto agisce sulla loro radice oscura e aiuta la persona a
rivolgere le proprie energie alla risoluzione della vera causa.

Il trattamento sophianalitico è una delle migliori strategie che si possono
efficacemente adottare contro questi sintomi. Esso infatti tende
gradatamente ad attivare le risorse di auto-guarigione presenti nel SÈ di
ogni persona. Non si tratta di metodi oscuri, magici, nè di plagio, ma
basati sul rispetto profondo della persona.

E' per queste ragioni che il trattamento sophianalitico non crea
dipendenza: gli strumenti non sono di escusiva proprietà del sophianalista,
ma vengono messi a disposizione della persona. Sarà quest'ultima a
scegliere se, come e quando utilizzarli.

In particolare, tra gli strumenti più importanti che la Sophianalisi
utilizza efficacemente contro l'ansia, vi sono:

l'amore per se stessi
la fiducia nelle proprie risorse positive
la comprensione delle proprie dinamiche e delle proprie strategie inefficaci
l'umiltà di fronte alla vita e alla sua grandezza
il coraggio di chiedere aiuto e di saperlo vantaggiosamente portare nella
propria esistenza
la forza di affrontare i mostri e la forza di abbandonarli al proprio destino
il perdono verso se stessi per tutto il male che ognuno provoca a sé, e il
perdono verso gli altri
Un'ultima, ma importante considerazione sulla paura, è che essa non
paralizza soltanto le attività quotidiane. La paura interrompe il flusso
armonioso e lo scambio di energia tra l'universo e la persona. E' come se -
gettati nel fiume della vita - invece di navigare seguendo il naturale
corso delle acque, rimanessimo per tutta la vita, ancorati stretti al molo.
Il fiume intorno a noi si muove e scivola via, dando l'impressione che
tutto cambi e che la vita scorra: ma non è cosÏ. Per chi rimane
immobilizzato dalla paura, la vita diventa il passivo subire degli eventi.
Impotenza, senso di inadeguatezza, vittimismo sono i compagni di un'anima
costretta a vivere sotto il giogo dell'ansia continua.

La paura immobilizza la creatività, la gioia, le opportunità di felicità:
spegne i colori dell'esistenza, riducendola ad un grigio perenne.

Ecco perchè la Sophianalisi non è solo una metodologia o una tecnica: E'
soprattutto un'invito, uno stile di vita, un'opportunità e una scelta
profonda.

Giampiero Ciappina


Grazie al dott. Ciappina per l'articolo che ci ha inviato. Chi volesse
approfondire la conoscenza di questa metodologia può farlo visitando il
sito:
http:/www.solaris.it

***************************************
I VOSTRI MESSAGGI.


>Ricevo tutte le settimane Naturmedica e lo trovo interessantissimo. A
>proposito >del
>numero in cui si parla dell'eliminazione del latte e dei derivati dalla
>dieta, ho il
>seguente dubbio: questi alimenti sono fonte di molte vitamine e proteine;
>non >sono
>utili nella dieta quotidiana e non si creerebbero scompensi rinunciandovi?
>Grazie anticipatamente per la risposta
>Paola Mancinelli

---
Vorrei ribadire il concetto e la "filosofia" di naturmedica , vedi
AVVERTENZE in calce ad ogni uscita. Non si intende fornire suggerimenti per
scelte alimentari o terapeutiche, l'unico scopo della rivista è quello di
informare su ciò che proviene da fonti qualificate dal mondo della medicina
naturale. Poi ovviamente ognuno può fare le proprie valutazioni ed agire
di conseguenza.
Riguardo lo specifico argomento delle proteine, a parte il fatto che si può
ricavare dal mondo vegetale un quantitativo sufficiente di proteine e molte
più vitamine e minerali, vorrei sottolineare il progressivo cambiamento
della necessità TEORICA giornaliera di proteine che la Medicina
(allopatica) ha considerato come indispensabile per la nostra salute.
Difatti nel 19° secolo i grammi di proteine giornaliere dovevano essere
almeno 118; nel 1974 : 56gr e nel 1993: 30gr. E nel 2000?

---

>vorrei avere informazioni sul trattamento dell'acqua domestica

>in particolare sulla "osmosi inversa"

>attendo pareri ed esperienze in merito

>grazie!!!!!!!!!


> pietro cereda

---
Parleremo prossimamente anche di questo. Nel frattempo se qualcuno può
contribuire con informazioni qualificate, è il benvenuto.


===============================================

Perchè meditare? Perchè è una buona medicina.

Quaando di parla di terapie alternative, c'è un metodo che è considerato
uno dei principali, almeno per quel che riguarda la popolarità del suo
utilizzo. Secondo le ricerche condotte dal Dott. David Eisenberg e i suoi
collaboratori del Harvard Medical School, la medicina mente-corpo
(mind-body) è la più usata fra quelle alternative. Non c'è da meravigliarsi
quando guardiamo alle numerose prove mediche che ne confermano il ruolo
nel processo di guarigione. Il nucleo di questa medicina è proprio l'antica
pratica della meditazione, una tranquilla e semplice tecnica che nasconde
uno straordinario potere che aumenta la resistenza alle malattie e che
permette di riuscire a mantenere un ottimo stato di salute generale.

Meditazione: molto più che uno stato di "sentrsi bene".

La meditazione - che si pratica focalizzando la mente ininterrottamente
per un periodo di tempo su un pensiero, una frase o una preghiera - porta
naturalmente a una "risposta rilassante". I cambiamenti nel corpo sono
profondamente rivitalizzanti stimolando il risanamento. Questi cambiamenti
comprendono la riduzione della frequenza cardiaca, della pressione
arteriosa, della frequenza respiratoria, del consumo di ossigeno, del
flusso di sangue ai muscoli, della traspirazione e della tensione
muscolare, così come un rafforzamento del sistema immunitario. Il
rilassamento funziona proprio come un "pulsante di ripristino", permettendo
all'organismo di ritornare ad uno stato ottimale di equilibrio. Molti studi
hanno dimostrato l'efficacia della meditazione nel trattare un vasto numero
di malattie.

La salute delle donne.

Sono possibili notevoli benefici per le donne che praticano la meditazione
regolarmente. Uno studio ha scoperto che donne con SPM (sindrome
premestruale) hanno ridotto i loro sintomi del 58%. Un altro studio ha
trovato che donne nel periodo della menopausa possono ridurre
significatvamente l'intensità delle vampate di calore.
Può essere utile anche nei casi di donne che affrontano problemi di
infertilità. In uno studio di gruppo di 10 settimane che comprendeva anche
la meditazione (assieme ad esercizio e cambiamenti nutrizionali), le donne
hanno riportato una notevole riduzione di ansia, depressione e fatica, il
34% delle donne di questo gruppo sono rimaste incinte entro sei mesi.
I ricercatori hanno anche scoperto che le nuove mamme che praticano la
meditazione focalizzandosi su immagini di latte che fluisce al seno
possono anche raddoppiare la loro produzione di latte.

Un cuore sano.

Il cuore è stato al centro di centinaia di studi sulla meditazione in tutto
il mondo. Il praticarla regolarmente ha dimostrato di poter ridurre
notevolmente la pressione negli ipertesi. Questa riduzione può durare a
lungo. In uno studio, la riduzione ottenuta durante un programma di
meditazione di otto settimane ha mantenuto i suoi effetti per oltre tre
anni.

Un altro studio ha focalizzato la meditazione in relazione alle malattie
cardiache. Per esempio, dei pazienti con malattie arterio-coronariche che
hanno meditato ogni giorno per otto mesi hanno avuto circa il 15% di
tolleranza all'esercizio fisico. Pazienti con malattia cardiaca ischemica (
il cuore riceve un apporto di sangue insufficiente) che hanno praticato la
meditazione per quattro settimane hanno avuto un importante diminuzione
della frequenza delle contrazioni ventricolari irregolari (extrasistole).

Anche pazienti che si sono dovuti sottoporre ad interventi chirurgici al
cuore hanno ottenuto benefici dalla meditazione sotto forma di una
diminuzione dell'ansia, del dolore e del bisogno di medicinali durante e
dopo l'operazione. In un altro studio, dei pazienti operati a cuore aperto,
hanno ridotto l'incidenza della tachicardia ventricolare post-operatoria.

La risposta immunitaria.

Ci sono anche delle prove che la meditazione ha proprietà di miglioramento
del sistema immunitario. Per esempio, studenti di medicina che hanno
meditato durante gli esami finali hanno riportato una percentuale più alta
di " Linfociti T-Helper", le cellule che danno l'avvio all'azione del
sistema immunitario.
Persone convalescenti, dopo un periodo di addestramento alla meditazione,
hanno avuto un incremento delle "cellule natural-killer", che eliminano i
batteri e le cellule cancerogene. Essi hanno anche beneficiato della
riduzione dell'attività dei virus e dello stress emotivo.

Anche pazienti ammalati di cancro hanno provato i benefici della
meditazione. In uno studio, a pazienti con metastasi, dopo un anno di
meditazione regolare è stato riscontrato un aumento dell' attività delle
cellule "natural killer".

Come meditare.

Sebbene esistano molte varietà di tecniche meditative, ci sono degli
elementi base che ognuno può praticare.
Farlo ogni giorno per almeno 20 minuti dovrebbe essere sufficiente per
iniziare a vederne i benefìci.

1.- Siediti o sdraiati in una posizione confortevole con gli occhi chiusi.
2.- Focalizza la tua attenzione sulla ripetizione di una parola, un suono,
una frase o una preghiera, fallo in silenzio o sussurrando. Un'alternativa
è il concentrarsi sul proprio fiato (respiro) mentre esce ed entra nel tuo
corpo.
3.- Ogni volta che la tua attenzione sarà dirottata su altre cose o
pensieri (che naturalmente succederà), reindirizzala gentilmente senza
giudicarti.

=================================================

Per coloro i quali hanno chiesto di ricevere gli arretrati di naturmedica:
potete 'scaricare' in formato 'text' alcune uscite presso il sito che
gentilmente ci ospita.
L'indirizzo è
http://www.solaris.it -ll Network del Benessere- cliccare i links :
SERVIZI DIVERSI, poi: AREA DOWNLOAD.




 
LINK SPONSORIZZATI



Warning: mysql_connect() [function.mysql-connect]: Access denied for user 'naturvit_natur'@'localhost' (using password: YES) in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 128

Warning: mysql_select_db() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 129

Warning: mysql_query() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 153
Peccato! query fallita:
  • errorno=0
  • error=
  • query=SELECT * FROM tbl_catalogo_prodotto WHERE online='Y'