Chi siamo  |  Link amici  |  Contatti  |  Forum  |  Cerca
Home > Archivio > Newsletter > Numero 14
Cosa Fare Per:

Rimedi Naturali:


Archivio
Newsletter
In questo numero: - Campi elettromagnetici e sistema immunitario - Le vostre richieste - Spendi ora o spenderai più tardi - Come evitare di aumentare di peso durante le festività.
Questa è l'ultima uscita del 1999. Evito qualsiasi riferimento alla fine o
all'inizio del millennio, che lascio ad altri e ad avvenimenti più
importanti.

Voglio comunque ringraziarti per seguire Naturmedica ed augurarti BUON
NATALE, UN FELICE ANNO NUOVO E ..... SALUTE, NATURALMENTE!
.

@@@@ Se mandi un'email di auguri a parenti e amici, dimostra che sei
interessato alla loro salute, alla fine del tuo messaggio offrigli
Naturmedica, salute&natura.
Il primo numero che riceverete nel 2000 sarà un tema monografico di grande
importanza per la salute di tutti, un regalo dalla natura che anche la
medicina convenzionale sta valutando con estrema attenzione e interesse.
Sono sicuro che ti ringrazieranno per questo.@@@@

Taglia e incolla:
---------------------------------------------------
Abbonati gratuitamente a NATURMEDICA, salute&natura, ogni settimana
troverai preziose informazioni su come mantenere o migliorare la propria
salute in modo naturale. Invia un messaggio bianco con solo il tuo
indirizzo di posta elettronica :

mailto:naturmedica-on@mail-list.com
---------------------------------------------------


Le istruzioni per l'iscrizione, il cambio indirizzo o la cancellazione :-(
sono in fondo alla rivista.

=====================================================

Campi elettromagnetici e sistema immunitario.

A confronto della medicina convenzionale, con la sua esperienza nella
diagnosi e il trattamento dei sintomi, un approccio olistico può essere
più valido per l'identificazione e il trattamento di cause nascoste, non
identificabili facilmente, che permettono alle malattie di esistere.
Questo articolo tratta uno dei temi più controversi, oggi forse una delle
maggiori cause di malattie: i bio-effetti dei campi elettromagnetici (EMF
o CEM). C'è chi li ha definiti "la vera peste invisibile del nostro secolo".

Gli EMF sono un tipo di radiazione a bassa frequenza emessa da qualunque
sorgente elettrica attorno a noi: linee elettriche, trasformatori, impianti
elettrici, computers, TV, lampadine, orologi, elettrodomestici, ecc. Studi
recenti hanno collegato gli EMF con l'aumento di malattie quali leucemia,
linfomi, tumori del cervello, melanomi, tumori al seno, aborti, suicidi, e
recentemente il morbo di Alzheimer. Questa varietà di problemi di salute
può essere dovuta agli effetti degli EMF sulla ghiandola pineale (epifisi),
la ghiandola più importante del corpo umano, che secerne ormoni
(melatonina) che controllano i nostri ritmi circadiani (cicli biologici
delle 24 ore) e regola funzioni importanti del cervello e di tutte le altre
ghiandole.
Ricercatori hanno scoperto che gli EMF possono sopprimere la secrezione
della melatonina, l' ormone che controlla il ciclo sonno-veglia, gli stati
d'animo e l'efficienza del sistema immunitario. (dedicheremo in futuro un
articolo più ampio su questo importante ormone). Bassi livelli di
melatonina sono associati a cambiamenti di umore, depressione e disturbi al
sistema nervoso. La melatonina gioca anche un ruolo importante nei tumori,
aumentando le capacità dei linfociti dell'organismo (le cellule natural
killer). Diminuzioni delle funzioni della ghiandola pineale sono coinvolte
nell'eziologia del cancro al seno, alle ovaie, alla prostata e della pelle
(melanoma).
Altri studi hanno collegato gli EMF alla diminuzione della produzione di
alcuni enzimi nei linfociti. Ciò indica quindi che gli EMF sono
responsabili dell'indebolimento del sistema immunitario. Ora, se gli EMF
possono indebolire il sistema immunitario al punto da triplicare il tasso
di tumori, quali altri effetti può provocare un debole sistema immunitario
sulla nostra salute e sul nostro benessere? Forse ci capita di prendere
più spesso un raffreddore, oppure qualche allergia o maggiore
predisposizione ad altri problemi medici apparentemente senza motivo? Forse
siamo meno resistenti all'inquinamento ambientale?
Oggi, considerando la predominanza delle malattie relative a disturbi del
sistema immunitario, dalle allergie all' AIDS, non sarebbe saggio difendere
(piuttosto che indebolire) il sistema immunitario? Un approccio naturale,
olistico alla salute dovrebbe consigliare di ridurre l'esposizione agli EMF
il più ragionevolmente possibile.
I ricercatori hanno sollevato importanti preoccupazioni circa le emissioni
sia di natura elettrica che magnetica degli EMF. Comunque, la maggiore
preoccupazione è indirizzata sulla componente magnetica, perché molti studi
hanno collegato alti livelli di campi magnetici con morti infantili per
tumori.
Molte esposizioni a campi magnetici derivano da linee elettriche e
elettrodomestici (frigo, lavatrice, lavastoviglie, ecc). Altre fonti
frequenti sono coperte elettriche, asciugacapelli, rasoi elettrici, lampade
fluorescenti (neon), computers, televisori e automobili. Per scoprire gli
EMF puoi noleggiare uno strumento misuratore oppure chiamare un
professionista per un'ispezione.

Esperienza pratica.

Ho provato a testare personalmente con un misuratore semi-professionale
alcuni apparecchi di uso comune. Posto 20 nanotesla il valore di non
nocività, quindi assenza di EMF, lo strumento andava quasi a fondo scala
(valore 2000 nt.) vicino ad un rasoio elettrico e nella parte posteriore
dell'apparecchio televisivo, in misura maggiore rispetto al valore,
comunque alto, che ho trovato di fronte allo schermo. Quindi, se possibile
non sistemare TV o monitor a ridosso di pareti adiacenti a camere con la
testa del letto vicina pochi centimetri (lo spessore del muro) al tubo
catodico. Ricorda che gli EMF non vengono ostacolati da muri o altre
barriere fisiche che possiamo trovare nelle abitazioni. Ho trovato
praticamente gli stessi valori da entrambi i lati del muro dietro
l'apparecchio televisivo. Se ti piace tenere la TV in camera, oltre a
spegnerla con l'interruttore, non lasciarla in stand-by, stacca anche
l'antenna.
Una fonte molto pericolosa è il quadro generale elettrico
dell'appartamento, che emette un costante campo elettromagnetico di forte
intensità, è bene quindi sistemarlo in una zona non frequentata, in
particolare lontano dalle camere.

Valori molto alti anche nel caso di asciugacapelli (2000), e , se ne parla
molto oggi, forse non abbastanza comunque, FONDO SCALA anche per il
telefonino in collegamento per chiamata o ricezione. Consiglio: usare
almeno l'auricolare, da verificare invece l'efficacia delle varie
coccinelle anti-EMF. Da quel che ho sentito l'unione consumatori ha messo
in guardia i propri associati circa l'inefficacia di simili dispositivi.
Farò presto una prova con vari modelli di cui vi fornirò il risultato.

Ho riscontrato valori altissimi sotto tralicci dell'alta tensione. Nella
mia zona c'è un ipermercato sopra il cui tetto passa una linea di alta
tensione: mi sono dovuto allontanare dal traliccio di almeno 100-150 metri
per tornare a quel valore teorico di sicurezza (20 nt.). Ho misurato
l'interno dell'ufficio del supermercato dove erano presenti computer,
registratori di cassa, ecc, credo che un fondo scala di 3000 non sarebbe
stato sufficiente.
Ciò che spaventa è anche l'alto valore all'interno dell' automobile quando
si accende il ventilatore per riscaldare o raffreddare l' aria interna.
Valori minori in prossimità delle linee elettriche domestiche , prese e
interruttori inclusi, consigliabile comunque l'installazione di un
disgiuntore (o bio-interruttore); minori, ma comunque alti, vicino a
radiosveglie (tenerle distanti almeno un metro), qualche valore alto
purtroppo anche in prossimità delle lampadine "ecologiche" a basso consumo,
non con tutte le marche però. Da verificare. Valore molto alto vicino alle
lampade al neon, che decresce appena ci si allontana di alcuni centimetri.
Considerare anche l'effetto cumulativo degli apparecchi, monitor +
computer+lampada+cicuito elettrico+telefonino+ecc. (ventilatore o stufetta
elettrica)= piccola Cernobyl (formato EMF)!

Che fare allora?

Le linee elettriche domestiche possono essere sostituite in maniera da
ridurne le emissioni. Alcune fonti particolari possono essere schermate,
mentre in commercio si possono trovare apparecchi a bassa emissione
(monitors, TV, telefoni, elettrodomestici, ecc). In ogni caso basta
allontanarsi di alcune decine di centimetri dalle fonti per ridurre
l'esposizione agli EMF.
Non tutti comunque sono sensibili agli effetti dei campi elettrici. Alcuni
sopportano meglio di altri, forse perché più resistenti agli stress
ambientali, altri invece sono più sensibili. Nei casi estremi possono
provocare allergie, depressione, stanchezza cronica, fertilità ridotta,
problemi psichici, fino ad alcuni tipi di tumori dopo una esposizione
prolungata per anni all'inquinamento elettrico e magnetico.
Val la pena comunque ripetere che l'argomento è alquanto controverso:
alcuni studiosi affermano che non ci sono prove della nocività degli EMF
mentre altri portano a supporto delle loro ipotesi molti casi di gravi
malattie presenti in determinati territori soggetti ad elettrosmog che sono
statisticamente più diffuse rispetto a zone meno inquinate.
Chi ha voglia di aspettare per vedere chi ha ragione prima di prendere
qualche precauzione?

**************************************

La vostre richieste.

Emiliano Rustighi, che ringrazio e saluto ha chiesto:

>Il vostro articolo sulla soia mi ha molto interessato tanto che adesso
>vorrei cominciare a consumarla però non so come si cucina. Potreste
>mandarmi almeno una ricetta o un sito in cui possa trovare qualche
>indicazione pratica.

Si possono trovare libri e riviste con ricette oppure anche sulle
confezioni di soia in commercio, questa è una. In ogni caso credo che si
possa preparare come quasi tutte le altre pietanze, l'unico accorgimento
che si dovrebbe prendere è quello di insaporirla con le spezie che più ci
piacciono. Fra l'altro alcune (tipo la curcuma o curry) hanno notevoli
proprietà per la salute.
Per cominciare si potrebbe sostituire il ragù di carne con quello a base di
soia.
Ingredienti (per 4 persone):

200gr di spezzatino di soia
200gr di pomodori pelati
1 cipolla
1 gambo di sedano, basilico e spezie (ottimo se riesci a trovarlo il
pimento, una miscela di aromi)
olio-burro-sale-pepe.

Preparazione:
Far bollire lo spezzatino di soia assieme ad alcune spezie (a piacere) per
circa 30 minuti. Lasciar raffreddare e poi strizzare e sbriciolare lo
spezzatino.
Preparare il soffritto con la cipolla, il basilico, gli aromi preferiti, il
gambo di sedano, l'olio e il burro. Aggiungere i pelati e lasciare cuocere
a fuoco molto lento per circa 20 minuti, aggiungendo qualche cucchiaio di
brodo. Versare la soia e lasciare ancora per 15 minuti. Servire caldo.

*************************************

Spendi ora o spenderai più tardi.

Secondo un recente studio, il costo dell'inattività fisica negli Stati
Uniti è di 24.3 miliardi di dollari (dovrebbe essere proporzionalmente
simile anche da noi). I dati sono stati pubblicati in novembre da Medicine
and Science in Sports and Exercise.
Il gruppo di persone che ha sopportato le maggiori spese mediche è stato
quello che ha dichiarato di non praticare alcuna attività fisica. E' stato
calcolato che la mancanza di esercizio fisico contribuisca ad un quinto
delle malattie cardiache, di cancro al colon e osteoporosicosì come al 12%
del diabete. Se si aggiunge anche il 48% di persone che praticano poco
esercizio, la fattura sanitaria sale a 37.2 miliardi di dollari (circa il
4% dell'intero costo della sanità).
CIO' CHE DOBBIAMO SAPERE. La nostra società rende semplice assimilare
tanta energia spendendo molto poco. Un semplice calcolo matematico porrà in
evidenza che il costo per l'attività fisica (abbigliamento, scarpe, costi
d'iscrizioni a palestre, ecc) è veramente più alto dei risparmi ottenibili.
Quest'ultimo punto non dovrebbe essere una scusa per stare seduti in
poltrona. Molta gente si sentirà meglio e controllerà il proprio peso più
facilmente quando sarà fisicamente più attiva.

****************************************

Come evitare di aumentare di peso durante le festività.

Per molta gente le prossime festività sono un momento di gioia,
divertimento e tradizioni familiari. Per altri invece sono motivo di
tristezza e depressione. Pensiamo a chi sta peggio di noi e facciamo
qualcosa per loro, un piccolo sacrificio da parte di ognuno può portare un
pò di gioia a persone più sfortunate.
Durante le festività siamo soggetti ad ulteriore stress dovuto alle
tradizionali attività di questo periodo. Cibi e bevande sono spesso
utilizzati come rimedio a tali stati d'animo.
Quest'anno potresti evitare di aumentare di peso seguendo alcuni semplici
accorgimenti. Ricorda, non devi necessariamente essere perfetto nel seguire
questi consigli, piuttosto sii in armonia con la moderazione.

Consigli per gli acquisti (no, non è pubblicità):

1.- Parcheggia e cammina.

Parcheggia l'automobile nel punto più distante del parcheggio
dell'ipermercato. Se devi andare in centro, parcheggia lontano e raggiungi
i negozi a piedi oppure lascia a casa l'automobile. Non sarà il massimo
come attività fisica, ma può essere un buon inizio per ulteriori progressi.
Cerca di non entrare nell' ipermercato attraverso l'ingresso riservato a
cibi e golosità. Ricorda, quando il carrello della spesa è ancora vuoto si
è più tentati a fare acquisti d'impulso.

2.- Portare i propri snacks.

Considera la possibilità di portare in borsa al centro commerciale la tua
bottiglietta di acqua naturale e degli spuntini taglia-fame. Bevi molta
acqua durante gli acquisti. Evita comunque di bere bibite gassate perché
possono stimolare il tuo appetito. Sgranoccia i tuoi spuntini (una grossa
mela, crackers con pochi grassi o un pò di uvetta).

3.- Addomestica la voglia di cibo.

Puoi affrontare con piacere la voglia di cibo senza aumentare di peso.

  • Bevi molta acqua, evita bibite gassate e caffé
  • Ordina piatti caldi, evita zuppe cremose.
  • Compera le confezioni più piccole.
  • Condividi il panino con un amico.

PRANZI E FESTE.

  1. Prova con la vecchia regola di mangiare un mini-pasto prima di uscire
  2. di casa. Assicurati di bere abbastanza acqua.
  3. Alla festa cerca di prendere il vassoio con gli snacks vegetali. Oggi
  4. molte padrone di casa sanno che molti ospiti sono consapevoli della loro
  5. salute e di solito preparano anche stuzzichini vegetali. Cerca quindi le
  6. verdure ed evita le creme e le salse.
  7. Bevi poco, vini leggeri e succhi sono una buona scelta. Molta acqua
  8. naturale rimane comunque la migliore soluzione
  9. Balla molto. Ballare è un ottimo esercizio, inoltre è divertente.

A CASA.

Qualche volta la propria casa può essere il posto peggiore per passare le
festività. Per abitudine, spuntano all'improvviso sempre nuovi biscottini e
dolciumi vari.

1.- Fai un respiro profondo.

In quasi tutti i metodi per la riduzione dello stress, la chiave principale
è un respiro profondo. Quando ti senti stressato, trova un posto tranquillo
dove sederti. Chiudi gli occhi e respira lentamente attraverso il naso,
impiega dieci-quindici secondi per ogni inspirazione. Stesso tempo per
espirare attraverso la bocca. Ripeti questi respiri profondi almeno cinque
volte.

2.- Goditi la famiglia e gli amici.

Celebra le festività passando il tempo con familiari e amici, fuori dalla
cucina però. Ricorda che i momenti più belli non devono essere
necessariamente basati sul cibo.

AUGURI!!



====================================================


Naturmedica è, e sempre sarà, gratuita, chiediamo però un piccolo
contributo:
per favore, reindirizzala (forward) ad amici e colleghi. Oppure
spiega come iscriversi.
Dimostra che sei interessato alla loro salute. Un regalo prezioso anche
senza spendere nulla.


----------------------------------------
AVVERTENZA: Le informazioni contenute in Naturmedica sono fornite solo a
scopo educativo. Non si intende fornire suggerimenti per diagnosi o
trattamento di malattie. In caso di bisogno consultare il proprio medico.
----------------------------------------
Se vuoi comunicare con noi per commenti, critiche, richieste oppure
vorresti veder pubblicato un tuo articolo, clicca l'indirizzo:

mailto:naturmedica-list-owner@mail-list.com

saremo felici di rispondere oppure pubblicare scritti di interesse generale
(please, no pubblicità a marche di prodotti, in caso usare nome del
principio attivo).

Ciao e auguri a tutti.
Al prossimo numero.



Articoli correlati
Numero 33
Numero 37

 
LINK SPONSORIZZATI



Warning: mysql_connect() [function.mysql-connect]: Access denied for user 'naturvit_natur'@'localhost' (using password: YES) in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 128

Warning: mysql_select_db() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 129

Warning: mysql_query() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 153
Peccato! query fallita:
  • errorno=0
  • error=
  • query=SELECT * FROM tbl_catalogo_prodotto WHERE online='Y'