Chi siamo  |  Link amici  |  Contatti  |  Forum  |  Cerca
Home > Archivio > Newsletter > Numero 99
Cosa Fare Per:

Rimedi Naturali:


Archivio
Newsletter
In questo numero: - Farmaci per l'artrite. Sempre sicuri? - L'esercizio fisico può diminuire la pressione arteriosa. - ....e se l'esercizio non è sufficiente....
FARMACI PER L'ARTRITE. SEMPRE SICURI?

Uno studio della Mayo Clinic ha evidenziato che i pazienti sofferenti per artrite reumatoide, morbo di Crohn o psoriasi che assumono i farmaci Humira o Remicade (Infliximab) si trovano ad affrontare il rischio di sviluppare diversi tipi di tumore e di raddoppiare quello di contrarre gravi infezioni.

Precedenti studi avevano riportato una conferma dei rischi associati a questi farmaci specialmente per quel che riguarda un tipo di tumore - il linfoma - e infezioni quali tubercolosi e polmonite.

Il nuovo studio ha riscontrato un apparente collegamento anche con altri tipi di cancro, inclusi pelle, intestino, seno e polmone. Nello studio vengono quantificati i rischi e si afferma che i pazienti sottoposti ad alti dosaggi sembrano quelli più a rischio.

Mentre le informazioni provviste assieme alle confezioni dei farmaci fanno menzione di alcuni di questi rischi, i produttori affermano che il nuovo studio non prova che il farmaco sia da ritenersi responsabile e che la ricerca non sia valida scientificamente.

Uno degli autori dello studio, il Dr. Eric Matteson, reumatologo alla Mayo Clinic, ha sottolineato che le possibilità di sviluppare il cancro utilizzando questi farmaci è comunque basso. I ricercatori hanno anche osservato che i benefici dei farmaci comprendono il miglioramento della flessibilità e del movimento, una diminuzione del dolore ed un aumento dell'aspettativa di vita, che l'artrite può diminuire.

In aggiunta, i ricercatori hannpo notato che i rischi individuali variano in maniera evidente. Persone anziane o gravemente ammalate che hanno preso i farmaci per diversi anni probabilmente incontrano i maggiori rischi.

In ogni caso lo studio consiglia ai pazienti di essere consci dei pericoli e quindi di rivolgersi al medico se compaiono febbre, tosse o altri sintomi di infezioni. Dovrebbero inoltre sottoporsi a degli esami generaliper i tumori.

Questo studio è apparso nella rivista American Medical Association.


===================================
Continua l'iniziativa " TERAPIE NATURALI, DOVE? ". Stiamo cercando di costruire un database che sarà a disposizione degli abbonati che chiedono di conoscere se nella propria zona di residenza ci siano medici, centri od operatori sanitari orientati alla medicina naturale. Il nostro obiettivo è quello di creare un database dove inserire gli operatori suddivisi per provincia o regione e per specializzazione: omeopatia, chiropratica, pranoterapia, agopuntura, riflessologia, ecc. oppure per patologie trattate. Il vostro contributo quindi è determinante per poter fornire, a chi ne ha bisogno, la possibilità di una scelta il più possibile compatibile con le proprie esigenze. Chiediamo a chi è interessato ad essere inserito negli elenchi di farci sapere nome cognome, indirizzo, telefono e specializzazione. Chiediamo anche il contributo degli abbonati che possono proporre al proprio naturopata che forse non ci conosce ma che potrebbe essere interessato all'inserimento nel nostro database.
Giustamente è stato fatto notare che i medici non possono farsi pubblicità o descrivere la propria attività se non con la sola specializzazione.
Riteniamo che la forma scelta può non essere considerata pubblicità in quanto il database non sarà visibile liberamente su internet, sarà ad esclusivo uso dei lettori di Naturmedica, che potranno richiederci il nominativo di un operatore di zona.
Grazie.
Potete inviare i dati al seguente indirizzo:

mailto:naturm@naturmedica.com
===================================

UN CONSIGLIO PER UNA BUONA LETTURA

Cristina, nostra collaboratrice, ci propone il suo primo libro: Tra inferno e paradiso.

La Trieste di Svevo? Dimenticatevela. Attraverso la storia di tre giovani che lottano contro il proprio passato per trovare una felicità futura, Tra inferno e paradiso di Cristina Soranzio descrive la Trieste di tutti i giorni. Molo Audace, Piazza Unità, Barcola e i locali della città, costituiscono lo sfondo di questa storia. Una storia di amore, amicizia, solitudine e paure, da leggere tutto d'un fiato.

Richiedi una copia di Tra inferno e paradiso su IBS:
www.internetbookshop.it/code/9788889149881/soranzio-cristina/tra-inferno-paradiso.html

Per info sull'autrice e sul libro: www.oppurelibri.it/cristinasoranzio.htm
===================================

L'ESERCIZIO FISICO PUO' DIMINUIRE LA PRESSIONE ARTERIOSA

Tutti i ricercatori che hanno condotto più di 50 studi sugli effetti dell'esercizio fisico sulla pressione arteriosa hanno un unico consiglio da proporre: muoviti!

Che tu sia sovrappeso o magro, con ipertensione o pressione normale, impegnarsi regolarmente nello svolgimento di esercizio fisico quale camminare, jogging, andare in bicicletta o nuotare può aiutare a ridurre la pressione arteriosa e i conseguenti rischi di infarto o ictus.

Alcuni studi clinici che hanno preso in esame 2419 adulti in precedenza sedentari, hanno concluso che l'esercizio fisico regolare ha diminuito la pressione arteriosa sistolica (il numero più alto della misurazione) in media di 4 mm di mercurio (mm Hg) e la pressione diastolica (quello più basso) in media di 2,6 mm Hg.

Anche una piccola riduzione dei livelli medi di pressione arteriosa nella popolazione potrebbe ridurre notevolmente la percentuale di ammalati e la mortalità per di malattie cardiache e ictus.

Le nuove scoperte mettono in evidenza che l'esercizio fisico è importante sia per trattare l'ipertensione che per prevenirla nelle persone sane.

In aggiunta ai rischi cardiovascolari, l'ipertensione può danneggiare i reni, gli occhi e il cervello.
La pressione arteriosa è da considerarsi alta a partire dai valori 140/90 o superiori. Ci sono comunque altri studi che pongono limiti ancora più bassi.

Le statistiche dimostrano che circa il 25% della popolazione è iperteso e circa il 30% sedentario.
Mentre lo studio non indica la quantità ideale di esercizio per ridurre la pressione, i risultati hanno mostrato che diversi tipi di esercizio aerobico hanno portato beneficio alle persone che in precedenza erano sedentarie. In altre parole, qualsiasi attività è meglio che nessuna.

Le organizzazioni sanitarie consigliano almeno 30 minuti di esercizio fisico moderato 5 o più giorni alla settimana.
(Annals of Internal Medicine)

====================================

......E SE L' L'ESERCIZIO NON E' SUFFICIENTE....


Negli USA il primo studio clinico che ha esaminato gli effetti dell'estratto di semi d'uva sulla sindrome metabolica ha scoperto che l'estratto può ridurre la pressione arteriosa.

La sindrome metabolica è una combinazione di disturbi che comprendono l'ipertensione, l'eccesso di grasso localizzato nell'addome, colesterolo alto e iperglicemia (alto livello di zuccheri nel sangue). Circa il 40% degli adulti Americani (50 milioni di persone) può avere la sindrome metabolica.

Lo studio ha preso in esame 24 pazienti, uomini e donne con sindrome meabolica, ai quali sono stati somministrati sia un placebo che l'estratto di semi d'uva. Quelli del gruppo-semi d'uva hanno riscontrato una significativa riduzione della pressione arteriosa. In media la riduzione della pressione sistolica è stata di 12 mm e quella diastolica di 8 mm.
In aggiunta, questo gruppo ha evidenziato una riduzione del livello di colesterolo LDL (colesterolo "cattivo".
(EurekAlert)









=====================================

NOVITA' PER UN AMBIENTE MIGLIORE.
Potenza e accelerazione migliori per gli autoveicoli.
Eliminazione quasi totale di tutte le emissioni di scarico nocive.
Aumento del rapporto Km/litro (10-20% e anche di più).
Un sistema carburante più pulito e lubrificato.

http://www.bisiak.myffi.biz/en/section_100.asp


======================================

Troverai alcuni articoli di naturmedica e altri interessanti anche nel sito:

http://www.armonics.net/civilta/med_nat_el.html

====================================

Oltre ad alcuni dei nostri, troverai altri interessanti articoli su:

http://facs.doing.it

=====================================

il portale della principale comunità italiana di
appassionati e professionisti del biologico, che si propone di
analizzare
la realtà di tutti i giorni avendo una visione ecocompatibile.

http://www.naturanetwork.it/

siti internet web design friuli venezia giulia




Articoli correlati
Artrite, artrosi e autoimmuni: ci sono buone notizie?
Glucosamina e Condroitina Solfato
MSM - MetilSulfonilMetano
Numero 13
Numero 28
Numero 35
Numero 4
Numero 49
Numero 50
Numero 53
Numero 69
Numero 70
Numero 77
Numero 79
Numero 8
Numero 87
Numero 89
Sea Cucumber
Erbe e principi

Warning: mysql_connect() [function.mysql-connect]: Access denied for user 'naturvit_natur'@'localhost' (using password: YES) in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 128

Warning: mysql_select_db() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 129

Warning: mysql_query() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 153
Peccato! query fallita:
  • errorno=0
  • error=
  • query=SELECT * FROM tbl_content WHERE tbl_content.id_content = 167