Chi siamo  |  Link amici  |  Contatti  |  Forum  |  Cerca
Home > Archivio > Newsletter > Numero 88
Cosa Fare Per:

Rimedi Naturali:


Archivio
Newsletter
In questo numero: - I livelli di vitamina C predicono la mortalità. - Lo zucchero raffinato fa bene?
I LIVELLI DI VITAMINA C PREDICONO LA MORTALITA'

In uno studio alcuni ricercatori britannici hanno riportato che basse concentrazioni di vitamina C nel sangue sono fortemente predittive della mortalità negli anziani.

Uno studio precedente pubblicato su Lancet, eseguito su un campione di 19.496 individui di età compresa fra 45 e 79 anni, aveva evidenziato che alti livelli di vitamina C proteggono contro la mortalità da varie cause.

L'attuale studio condotto in Inghilterra e pubblicato sul numero di novembre 2003 dell' "American Journal of Clinical Nutrition", ha preso in esame 1.214 individui (uomini e donne) ai quali sono stati analizzati i valori nel sangue di vitamina A, C, E e beta-carotene. I partecipanti hanno riempito questionari sulle loro abitudini alimentari e la frequenza di alcuni cibi. I soggetti sono stati seguiti per circa 4 anni e mezzo durante i quali sono state accertate le cause di ogni decesso.

Mentre l'alimentazione a base di antiossidanti non possa essere associata con la mortalità, si è riscontrata una forte tendenza inversamente proporzionale ai livelli di vitamina C nel sangue e tutte le cause di mortalità, comprese quelle dovute a malattie cardiovascolari.
I partecipanti i cui livelli di vitamina C erano più bassi degli altri hanno avuto il più alto rischio di mortalità rispetto a quelli con valori più alti.

L'autore dello studio ha concluso che la concentrazione di vitamina C osservata negli anziani assieme con l'aumento dello stress ossidativo ha portato alla preoccupazione che le concentrazioni nella popolazione anziana sono troppo basse, da cui la raccomandazione di aumentare la disponibilità alimentare di vitamina C.

==========================
Continua l'iniziativa " TERAPIE NATURALI, DOVE? ". Stiamo cercando di costruire un database che sarà a disposizione degli abbonati che chiedono di conoscere se nella propria zona di residenza ci siano medici, centri od operatori sanitari orientati alla medicina naturale. Il nostro obiettivo è quello di creare un database dove inserire gli operatori suddivisi per provincia o regione e per specializzazione: omeopatia, chiropratica, pranoterapia, agopuntura, riflessologia, ecc. oppure per patologie trattate. Il vostro contributo quindi è determinante per poter fornire, a chi ne ha bisogno, la possibilità di una scelta il più possibile compatibile con le proprie esigenze. Chiediamo a chi è interessato ad essere inserito negli elenchi di farci sapere nome cognome, indirizzo, telefono e specializzazione. Chiediamo anche il contributo degli abbonati che possono proporre al proprio naturopata che forse non ci conosce ma che potrebbe essere interessato all'inserimento nel nostro database.
Giustamente è stato fatto notare che i medici non possono farsi pubblicità o descrivere la propria attività se non con la sola specializzazione.
Riteniamo che la forma scelta può non essere considerata pubblicità in quanto il database non sarà visibile liberamente su internet, sarà ad esclusivo uso dei lettori di Naturmedica, che potranno richiederci il nominativo di un operatore di zona, oppure se le richieste saranno in numero troppo elevato da gestire, ci potrà eventualmente essere un accesso protetto tramite password.
Grazie.


Potete inviare i dati cliccando il seguente link:
mailto:naturm@naturmedica.com

==========================

LO ZUCCHERO RAFFINATO FA BENE?

Ingurgitare, questo è il modo con cui gli occidentali si nutrono. Gli alimenti? La maggior parte sono del tipo non naturale, il buon 70 % del tipo di produzione industriale non integrale e raffinato. Punta di diamante gli Usa che, a discapito di una macchina sanitaria potentissima ed efficientissima, presenta al mondo la popolazione maggiormente malata di patologie cronico-degenerative. La migliore macchina sanitaria e il popolo piu malato? Qualcosa non torna. Su cosa puntare il dito? In primis l'alimentazione e gli stili di vita. Un' alimentazione che è fonte di malnutrizione e anticamera di serie patologie, con un valore misconosciuto che miete vittime.

Osserviamo, ad esempio, l'uso di quello che può sembrare banale: lo zucchero raffinato.

Gia‚ nel 1957, il dr. William Coda aveva compreso che l'alimentazione era regolata da sistemi di equilibrio omeostatico e biochimico: la biochimica moderna faceva i suoi primi passi negli studi clinici medici. Qualcosa però non si è mossa nella direzione giusta. Sono pochi i terapeuti della cosiddetta medicina ufficiale che vigilano sul modo di mangiare dei propri pazienti. Si tende a medicalizzare e "correggere " farmacologicamente. Errore su errore. Meglio dire un orrore.

Perchè è cosi deletiero lo zucchero raffinato? Cosa è la raffinazione?

La sostanza naturale presente nella barbabietola da zucchero, viene sottratta, privandola delle sue componenti biologiche: vitamine, proteine, ecc. per renderla più bella alla vista del consumatore. Il colore bianco è migliore ed accattivante, inoltre anche il gusto dello zucchero non raffinato è diverso dalle abitudini del palato, alle quali la stragrande maggioranza dei consumatori fa riferimento. Ogni cibo raffinato, come direbbe un medico cinese, perde lo Jing. E' come se perdesse il valore biologico, le naturali funzioni per le quali è stato creato. Diamo qui qualche spunto sulla biochimica dei danni nell' organismo umano:
  • Aumenta l'acidita‚ del sangue. L'assenza dei substrati vitaminici e proteici, cagionata dall'attività di raffinazione, impone al nostro organismo la necessità di consumare i propri per la scissione dello zucchero; questo va a creare molecole di ac. Piruvico in sovrabbondanza, che acidificano il sangue: situazione che altera parecchie condizioni biologiche tra cui anche la respirazione cellulare.
  • Impoverisce il corpo di sali minerali. L'acidificazione forzata crea una condizione "tampone", per la quale l'organismo si mette a sottrarre calcio dalle fonti principali come denti ed ossa, nel tentativo di bloccare l'eccessivo metabolismo acido, per cui si perde per sempre il substrato principale delle ossa e dei denti, condannandolo all'osteoporosi.
  • Impegna e intossica il fegato. Lo zucchero non scisso si accumula nel fegato che diventa un contenitore di molte molecole di glucosio, fin quando, diventato "grasso" e superate la capacità di immagazzinamento, fa accumulare queste molecole in altri organi vitali.
  • Produce acidi grassi. Il fegato "grasso" è centrale nell'aumento del colesterolo e dei trigliceridi nel sangue.
  • Perdita di memoria. Si è notato che lo zucchero raffinato, condizionando l'intero metabolismo cellulare, determina una perdita diretta della capacità di memorizzare dati e di avere una memoria attiva.
  • Sonnolenza. Altra condizione diretta da uso eccessivo.

Il paradigma alimentazione e salute era già noto dai tempi di Ippocrate (400 a.C.), per cui "fai che il tuo cibo sia la tua medicina" era l'impostazione di pensiero e regola centrale di ogni azione medica. Oggi sembra che si sia invertita la rotta, con al centro uno degli errori reiterati: la raffinazione degli alimenti che mangiamo. Ad esempio, negli Usa, il rapporto cibo naturale ed industriale è di 20 a 80. Colpa dei media? Probabilmente la faccenda piu scottante è far collimare gli interessi delle multinazionali con quelli della salute pubblica. A questo dobbiamo pensarci noi consumatori, senza dimenticare che in caso contrario non ci penserà nessun altro, politici compresi.

Ormai c'è di tutto, alimenti di ogni tipo, che imitano lontanamente l'originale, riuscendo nel colore, nel sapore, nell'odore, ma non certo nella sostanza. Nello Jing direbbero gli orientali. Ma questo progresso può sostituirsi alla natura? La chimica moderna può eguagliare la natura? Mi sono chiesto tante volte se esiste un chimico coraggioso e super-pagato, che riesca a "inventarsi" il valore biologico dell'uovo di gallin o del succo d'uva, rispetto a quelli che circolano sul nostro mercato: quasi 3000 sostanze diverse. Io non l'ho ancora sentito, e voi?

Per quanto possibile abituiamo sin da piccoli i nostri figli a consumare alimenti naturali, freschi, compreso zucchero integrale, probabilmente poco invitante per colore e gusto, ma sano e complementare in una dieta equilibrata.

Ricordiamo che l'atto di zuccherare e/o salare le pietanze è di per se una cattiva abitudine e comporta squilibri organici.



Giuseppe Parisi,
medico chirurgo, esperto in terapie non convenzionali
www.fomeco.org


==============================

**********************************
INDIRIZZI AMICI
**********************************

NUTRI-PLUS, il meglio dalla natura.

Prodotti naturali per la salute. CMO, metilsulfonilmetano, cartilagine di squalo, erbe dall'Amazzonia: graviola, guacatonga, muira puama, maca, uncaria tomentosa, chanca piedra, ecc. Pochi (prodotti).....ma buoni!

VI ASPETTIAMO ALLA FIERA "SANA" DI BOLOGNA dal 9 al 12 settembre. Sconteremo alcuni prodotti del nostro catalogo dal 10 al 25%, CMO E GRAVIOLA INCLUSI. PADIGLIONE 28 STAND C93.

http://www.nutri-plus.com Visita il nostro catalogo prodotti

per info: mailto:info@nutri-plus.com


=====================================


Troverai alcuni articoli di naturmedica e altri interessanti anche nel sito:

http://www.armonics.net/civilta/med_nat_el.html

====================================

Oltre ad alcuni dei nostri, troverai altri interessanti articoli su:

http://facs.doing.it

=====================================

il portale della principale comunità italiana di
appassionati e professionisti del biologico, che si propone di
analizzare
la realtà di tutti i giorni avendo una visione ecocompatibile.

http://www.naturanetwork.it/



Articoli correlati
Numero 24
Numero 26
Numero 3
Numero 49
Numero 73

 
LINK SPONSORIZZATI



Warning: mysql_connect() [function.mysql-connect]: Access denied for user 'naturvit_natur'@'localhost' (using password: YES) in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 128

Warning: mysql_select_db() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 129

Warning: mysql_query() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 153
Peccato! query fallita:
  • errorno=0
  • error=
  • query=SELECT * FROM tbl_catalogo_prodotto WHERE online='Y'