Chi siamo  |  Link amici  |  Contatti  |  Forum  |  Cerca
Home > L'argomento del mese > Cmo e disinformazione > Ancora disinformazione
Cosa Fare Per:

Rimedi Naturali:


L'argomento Del Mese
Cmo E Disinformazione
Una lettera del dott. Parisi sulla disinformazione promossa da alcuni siti sul CMO
Carissimi amici di Naturmedica,

ho letto e condiviso la denuncia che avete fatto sull'ultimo numero della newsletter - “il Grande Inganno”. - in merito alla disinformazione sulle vitamine attuata dalle cosiddette riviste scientifiche legate a doppio filo con le industrie farmaceutiche.

Purtroppo, devo segnalarvi un simile comportamento anche da parte di chi si potrebbe ritenere “dei nostri” e vorrei che pubblicaste questa mia denuncia che vuole mettere in guardia i vostri abbonati anche nei confronti di presunti promotori della medicina naturale. Forse sembrerà un'ovvietà, ma anche il "nostro" mondo non è immune da comportamenti che nascondono interessi più o meno occulti.

Navigando su Internet, ho trovato un sito italiano che denigra in maniera vergognosa il CMO (cetilmiristoleato). Per chi ancora non lo conoscesse, il CMO è una molecola naturale ottenuta dalla lavorazione di alcuni tipi di grasso animale.

Il cetilmiristoleato nel tempo ha dimostrato di avere spiccate caratteristiche come immunomodulatore, riuscendo a dare sollievo a molte persone affette da patologie autoimmuni
(artriti, fibromialgia, morbo di Crohn, emicrania, sclerodermia, ecc.) senza provocare alcun effetto collaterale evidente.

Sono particolarmente arrabbiato perché, in un certo senso, ritengo il CMO anche una mia creatura: se non sbaglio sono stato io, di ritorno da uno dei miei viaggi di studio negli Stati Uniti, a farvelo conoscere portandovi l'edizione originale del libro del dott. Sands (la prima edizione, copertina giallo canarino), che poi voi avete fatto tradurre e diffuso. Da allora, il CMO ha iniziato ad essere conosciuto ed apprezzato anche in Italia.

In quel sito si dichiara categoricamente che "il cetilmiristoleato non ha mostrato nessuna utilità
clinica" e per sostenerlo vengono citati degli studi che hanno preso in esame una crema. Ma ORMAI LO SANNO ANCHE I BAMBINI: il CMO per essere efficace deve essere preso per VIA ORALE, due capsule al mattino e due alla sera, lontano dai pasti. Le creme a base di CMO posso essere un valido aiuto ma solo temporaneo.

Poi l'articolo cita un fantomatico studio italiano senza specificare che qualifica abbia lo sperimentatore, dove sia stato eseguito e quale tipo di cetilmiristoleato abbia preso in esame,..... se un esame c'è stato. In commercio ci sono diversi tipi di CMO: c'è quello di origine vegetale (non efficace), quello ricavato dal burro (temporaneamente efficace) e il cetilmiristato (non efficace per l'uso). Il CMO utilizzato dal dr. Sands (purtroppo deceduto nel 2001) è quello che si ottiene attraverso una particolare tecnologia che, a quel che mi risulta, poche aziende possiedono, forse addirittura una sola negli Stati Uniti.

Ho personalmente seguito decine di pazienti che hanno assunto il CMO e la maggioranza ha ottenuto grandi benefici. In alcuni casi, i risultati sono stati sorprendenti. Purtroppo, come sempre accade in medicina, non tutti hanno avuto delle risposte positive, ma perlomeno in questi casi il CMO non è stato in alcun modo nocivo.
Il CMO risponde perfettamente alla prima regola della medicina naturale: “Primo, non nuocere!”

Ho saputo di un collega di Milano che ha condotto una sua personale sperimentazione utilizzando una procedura che prevedeva una profonda depurazione/drenaggio dell'organismo (anche attraverso l'idro-colon-terapia) per renderlo più recettivo. Ebbene, questo medico ha registrato degli ottimi risultati in 10 casi su 10.
Per non correre il rischio di non essere creduto, visto che il fatto ha effettivamente dell'incredibile, non entro nei dettagli di un caso particolarmente grave di un'anziana che era ammalata di artrite reumatoide da più di 30 anni.

Perdonatemi lo sfogo, ma considero molto scorretto denigrare una sostanza naturale in questo modo, senza citare la reale tipologia di prodotto (quale CMO??!!) e senza fornire dettagli degli ipotetici
studi (quante persone, tipo di disturbi, ecc.) ed evitando di fare riferimento ad altri studi che sono giunti a conclusioni completamente diverse. Perchè non citarli??

Poi, forse l'aspetto più importante che forse chiarisce le vere intenzioni dell'autore: nella stessa pagina del sito in cui si citano questi presunti studi troviamo dei links che indirizzano verso proposte di altri prodotti o soluzioni alternative al CMO........ un po' di decenza, suvvia!
Come ha detto un grande vecchio della politica:"a pensar male si fa peccato..... ma spesso ci si
azzecca".
Non ci sono dubbi che possono promuovere liberamente un prodotto di loro interesse. Ma sarebbe più credibile se lo facessero senza cercare di screditare con falsità i prodotti concorrenti.

Peccato, da persone che promuovono l'uso delle medicine naturali, spesso anche con articoli validi e interessanti, mi sarei aspettato un comportamento più obiettivo e disinteressato.
Un saluto ed un abbraccio a tutti.

Dott. Giuseppe Parisi
Medicina Olistica e Terapie Naturali


Articoli correlati
Artrite, artrosi e autoimmuni: ci sono buone notizie?
Erbe e principi

Warning: mysql_connect() [function.mysql-connect]: Access denied for user 'naturvit_natur'@'localhost' (using password: YES) in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 128

Warning: mysql_select_db() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 129

Warning: mysql_query() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 153
Peccato! query fallita:
  • errorno=0
  • error=
  • query=SELECT * FROM tbl_content WHERE tbl_content.id_content = 156